Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Utilita

Riforma del terzo settore, "Regione e associazioni protagoniste"

Lo ha detto l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità di Regione Lombardia

L'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità ha aperto, presso la sede della Regione Lombardia, in sala Biagi, i lavori dell'incontro 'Prima attuazione della riforma del Terzo settore in Lombardia'.

"Il welfare di Regione Lombardia - ha ricordato l'assessore - è nato riconoscendo e valorizzando i contributi che enti pubblici, imprese, corpi intermedi e associazioni, famiglie e persone da sempre offrono alla costruzione del benessere comune"

Durante l'appuntamento è stata focalizzata l'attenzione sul processo di adeguamento statutario degli Enti del Terzo settore che culminerà ad agosto, sulla riforma e la rete territoriale dei Centri di Servizio per il Volontariato a sostegno delle loro attività, ma anche sul Bando regionale presentato l'8 aprile per la presentazione dei nuovi progetti.

"Regione ha all'attivo un proficuo dialogo col Ministero - ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali - per offrire il proprio contributo di esperienza. In questo contesto, mondo del Volontariato e Regione Lombardia sono assolutamente co-attori, come abbiamo dimostrato lavorando insieme per individuare i criteri del nuovo Bando regionale. Il 'tavolo comune di lavoro' che abbiamo avviato dovrà ora affrontare temi come: Registro Unico, aspetti fiscali e servizio civile nazionale, affiancando organizzazioni ed associazioni nei cambiamenti statutari necessari e metterle in grado di moltiplicare le capacità operative".

Le associazioni e organizzazioni di volontariato iscritte nel Registro regionale lombardo sono oltre 8.000. Di esse il 27% sono associazioni di promozione sociale, il 58% organizzazioni di volontariato, il 6,6% associazioni senza scopo di lucro e il 6% associazioni di solidarietà familiare. Ma il numero secondo le ultime stime Istat è di molto superiore, da qui l'impegno della Regione.

"Un obiettivo che condividiamo col Forum Terzo Settore e Centro Servizi Volontariato lombardi - ha concluso l'assessore alle Politiche sociali - è l'aiuto alle organizzazioni non iscritte al Registro per inserirle nel nostro contesto di regole". Quindi l'assessore ha collegato il Terzo Settore al recupero dei quartieri di edilizia popolare: "Non basta investire molti soldi per rigenerare i centri urbani, occorre il contributo dei volontari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforma del terzo settore, "Regione e associazioni protagoniste"

BresciaToday è in caricamento