/~shared/avatars/55433992261384/avatar_1.img

antonio

Rank 0.0 punti

Iscritto mercoledì, 4 marzo 2015

Chiusa catena di frutta e verdura: 11 lavoratori in nero, 110mila euro di multa

"Una multa così elevata non lho mai sentita... Di lavoratori in nero ne trovano quando vogliono e infatti ogni tanto fanno un ispezione e ne beccano a decine ma multe così sproporzionato mai sentito... Forse le nostre aquile hanno scoperto cose che erano sotto gli occhi di tutti da anni e anni e hanno compiuto questa esagerazione! Sarà legale? Che robe incredibili...."

6 commenti

Le strade sono piene di prostitute: identificate decine di ragazze

"Da come parli è evidente che la propaganda mediatica ha svolto il suo ruolo. Lo sfruttamento esiste, in parte con donne Africane, per il resto al 90% sono consapevoli di quello che vengono a fare. D'altra parte è ovvio che sia così visto che l'informazione è ormai globalizzata. Poi, non vedo differenza tra la prostituzione in strada e su internet, in tutti e due i casi si tratta di donne che fanno sesso per denaro, sicuramente chi sta in strada è meno tutelato, ma la barzelletta che sono costrette, salvo qualche raro caso, nessuno può credere anche perché sarebbe un ragionamento che si può applicare sempre, per esempio anche i ladri potrebbero dire di essere costretti a rubare perché l'organizzazione minaccia la famiglia in patria..."

29 commenti

Chiusa catena di frutta e verdura: 11 lavoratori in nero, 110mila euro di multa

"Una multa così elevata non lho mai sentita... Di lavoratori in nero ne trovano quando vogliono e infatti ogni tanto fanno un ispezione e ne beccano a decine ma multe così sproporzionato mai sentito... Forse le nostre aquile hanno scoperto cose che erano sotto gli occhi di tutti da anni e anni e hanno compiuto questa esagerazione! Sarà legale? Che robe incredibili...."

6 commenti

Le strade sono piene di prostitute: identificate decine di ragazze

"Da come parli è evidente che la propaganda mediatica ha svolto il suo ruolo. Lo sfruttamento esiste, in parte con donne Africane, per il resto al 90% sono consapevoli di quello che vengono a fare. D'altra parte è ovvio che sia così visto che l'informazione è ormai globalizzata. Poi, non vedo differenza tra la prostituzione in strada e su internet, in tutti e due i casi si tratta di donne che fanno sesso per denaro, sicuramente chi sta in strada è meno tutelato, ma la barzelletta che sono costrette, salvo qualche raro caso, nessuno può credere anche perché sarebbe un ragionamento che si può applicare sempre, per esempio anche i ladri potrebbero dire di essere costretti a rubare perché l'organizzazione minaccia la famiglia in patria..."

29 commenti
  • Commenti generici: 500 commenti
BresciaToday è in caricamento