rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Volley

B1: niente regalo di Natale per Bedizzole, sconfitta per 3-0 con l'Argentario

La Green Up ha cercato di rendere la vita difficile alle padrone di casa, senza riuscirci: i punti in classifica rimangono ancora zero

Il 2021 termina senza vittorie nel girone B della B1 femminile di volley per la Green Up Bedizzole che ha ceduto tutti i punti in palio anche nella sfida salvezza contro Argentario. Le distanze nei tre set di ieri non sono state evidenti, ma purtroppo le bresciane sono state costrette a tornare a casa a bocca asciutta per l’ennesima volta. Comincia il match e sul 3-4 il Bedizzole si costruisce il primo vantaggio del match, grazie a Marinoni e ad un errore di Cusma (3-6). Le trentine inseguono e riescono a ridurre via via il margine, soprattutto grazie agli errori del Bedizzole, ma fino al 12-14 rimangono dietro, avendo messo a terra appena tre attacchi. Dopo l’ingresso di Mariasofia Barbaro sono le battute di Sofia Cusma a suonare la carica: l’ace su Danesi vale il 13-14, l’errore di Marinoni il pareggio. 

Per passare davanti serve un altro ace, questa volta di Angeloni, mentre uno smash di Salgado su ricezione lunga fissa il 19-17 che induce Polito a usare il time out. Sul 20-18 l’Argentario mette a frutto altri due servizi velenosi di Salgado, che fruttano l’attacco di Angeloni e l’errore di Populini (22-18). Il più è fatto. Sul 23-20 Agnese Angeloni mette a segno un attacco e un muro su Marinoni e chiude la frazione. Nella seconda il Bedizzole comincia a passo di carica: sull’1-2 va sui nove metri la centrale Macobatti e le argentelle finiscono nella buca.

Tre errori e due attacchi di Marinoni lanciano le bresciane sull’1-7 e costringono Moretti a usare addirittura entrambi i time out. Una scelta che sulle prime pare azzardata, invece i fatti danno ragione al tecnico marchigiano, dato che sul 2-8 la Trentino Energie ricomincia a giocare come ha imparato nelle ultime settimane. Sono di nuovo le battute di Sofia Cusma a smuovere le acque, dato che portano tre break (attacchi di Cusma, Angeloni e Capone), poi un ace di Barbaro vale il -2. Fino al 13-17 tuttavia il Bedizzole tiene duro, anche perché le trentine sbagliano troppi servizi per impensierirlo, ma dopo il cambio palla di Angeloni, con il solito turno al servizio di Cusma, l’Argentario va a prendersi la parità con tre ace consecutivi.

Il finale è un duello rusticano: trentine avanti 21-19 grazie a due bordate di Salgado, contro break di Bedizzole con un errore di Angeloni e un ace di Marchesini (21-22), ma quel punto Salgado realizza il cambio palla e con Dustov in battuta la Trentino Energie scappa sul 25-22 grazie a Cusma, Sfreddo (muro su Populini) e all’errore finale di Marinoni. L’ultima frazione è la meno stressante per l’Argentario, che la comincia con un piglio convincente (5-0 con due errori delle bresciane) e poi la controlla senza difficoltà.

L’ace di Salgado vale il 6-2, poco dopo uno smash e un attacco della schiacciatrice romagnola, uniti ad un attacco di Barbaro (15-7) rendono incolmabile la distanza, anche se le avversarie hanno la forza per portarsi fino al 22-20. Dopo un primo tempo vincente di Serena Sfreddo Cornella commette un fallo di invasione e il punto finale è un ace di Alicia Salgado su Danesi. Il tabellino del match:

TN ENERGIE ARGENTARIO-GREEN UP BEDIZZOLE 3-0 (25-20, 25-22, 25-20)

ARGENTARIO: Capone, Cusma, Salgado, Angeloni, Sfreddo, Buratti, Riedmuller, Dustov, Barbaro. All. Moretti

BEDIZZOLE: Corella, Danesi, Populini, Marinoni, Penocchio, Macobatti, Tagliani, Marchesini. All. Polito

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1: niente regalo di Natale per Bedizzole, sconfitta per 3-0 con l'Argentario

BresciaToday è in caricamento