Sabato, 25 Settembre 2021
Sport Centro / Viale Venezia

Mille Miglia, domina ancora l'Argentina con la Bugatti di Tonconogy e Berisso

Per il secondo anno consecutivo, un duo argentino vince la corsa d'auto d'epoca più famosa al mondo. Secondi gli italiani Mozzi e Gessler

E' il duo argentino Juan Tonconogy e Guillermo Berisso il vincitore  dell'edizione 2013 delle Mille Miglia. Su Bugatti, ha tagliato il traguardo con 35417 punti accumulati al termine delle prove speciali, dominando di fatto la corsa dall'inizio alla fine.

Medaglia d'argento, con un distacco di 576 punti, Giordano Mozzi e Mark Gessler su Alfa Romeo Gran Sport del 1933.

Sul gradino più basso del podio, invece, l'Aston Martin Le Mans di Giovanni Moceri e Cavalleri Tiberio. La coppia era arrivata terza anche nella passata edizione, che vide gli argentini ancora dominanti con l'Alfa Romeo Gran Sport del 1933 di Scalise e Claramunt.

Un'ultima nota sulla tappa di ieri. Prima dell'arrivo a Brescia, la Mille Miglia ha omaggiato, con il suo passaggio che ha deviato il percorso originale, alcune delle zone più colpite dal sisma di un anno fa, come Mirandola e Medolla, nel Modenese.

Un passaggio che non è stato solo simbolico: l'organizzazione e i suoi sponsor hanno condiviso infatti 'Asciugare le lacrime dei piccoli', un progetto di solidarietà per aiutare i bambini che sono stati colpiti dall'ultimo terremoto. Con il ricavato derivante dal progetto sarà costruito un centro per i bambini colpiti dalla calamità e rimasti traumatizzati.

Ogni centesimo sarà impiegato direttamente nel progetto 'La lucciola', un centro di terapia per bambini e ragazzi tra i 3 e i 18 anni d'età, con disabilità di diverso tipo. La stanza di terapia del centro sarà restaurata ed equipaggiata. La 'casa' che si sta costruendo si chiamerà Mille Miglia.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mille Miglia, domina ancora l'Argentina con la Bugatti di Tonconogy e Berisso

BresciaToday è in caricamento