Verso Londra 2012. Vanessa Ferrari a caccia di medaglie.. e rivincite

Il flop del 2008 da grande favorita, e tutta colpa di un infortunio. Ora i grandi risultati del Test Event di inizio a mese, proprio Londra. Prima tappa del 2012 del lungo cammino olimpico, mancano soltanto sei mesi

“La ginnastica artistica azzurra chiude nel migliore dei modi il Test Event pre olimpico”. Una premessa niente male, in vista delle Olimpiadi di Londra della prossima estate, a cui a conti fatti mancano solo sei mesi, e forse anche meno. Vanessa Ferrari a metà gennaio proprio a Londra ha vinto nel corpo libero, e nel concorso generale: la forma c’è, la concentrazione anche.

Vanessa andrà a Londra con tanta voglia di riscatto, dopo il quasi flop di Pechino 2008. “Ogni volta che penso ai Giochi del 2008 sto proprio male – ha ricordato questa mattina in un’intervista pubblicata dal Corriere – Non voglio salvare nulla di quell’esperienza negativa, nemmeno il debutto olimpico e la sfilata alla cerimonia inaugurale. Volevo provare a vincere una medaglia, non è stato possibile”.



Un maledetto infortunio, e un maledetto fastidio al tendine d’Achille. “Ha condizionato tutta quell’annata. Rimasi ferma 40 giorni, a due mesi dalle gare, ma il Coni ci impedì di dirlo. Illusero tutti che potessi prendere una medaglia, caricandomi di pressioni. Ma io non stavo bene”. Un calvario da dimenticare, ora Londra è un’occasione per riprovarci, per mettercela tutta.

“Per qualificarmi alle Olimpiadi mi sono allenata anche a Santo Stefano e a Capodanno. La mia non è una vita normale. Tante rinunce, pochi svaghi, concentrazione sempre massima. Dopo Londra penso di smettere, anche se il mio allenatore non ci crede”. Una vita sempre al limite, da vera campionessa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento