Tennis Forza e Costanza, Giorgio Dalla Bona fa poker al Visconteo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Nel giorno in cui Novak Djokovic si è preso il terzo titolo sull'erba di Wimbledon, anche il Tennis Forza e Costanza ha eletto il suo numero uno. Si tratta del 4.1 di casa Giorgio Dalla Bona, che si è imposto nel torneo di quarta categoria over 45 del Circuito Visconteo, classico tour di tornei per veterani che attraversa tutta la Lombardia, e che d'estate fa tappa anche sulla terra battuta del Castello. A due anni di distanza dal successo del 2013, Dalla Bona si è ripetuto beffando all'ultimo atto il campione della scorsa edizione Luigi Ferrandi, nella riedizione della finale di due stagioni fa. Nella mattinata di domenica, il padrone di casa ha chiuso 6-4 6-1 e si è preso l'ennesimo trionfo, conquistato con un solo set lasciato per strada nella difficile semifinale contro Guglielmo Giacomazzi, divenuta il miglior incontro dell'intera manifestazione. Ma la notizia, per Dalla Bona, è un'altra: grazie alla vittoria nel club dove è tesserato, il 51enne bresciano, con trascorsi da giocatore professionista di volley e un presente da imprenditore del settore sportivo, ha completato il suo personalissimo Grande Slam, vincendo tutte le quattro prove della zona Est del Circuito. Ha iniziato ad aprile a Cividino (Bergamo), ha proseguito a maggio a Desenzano, ha fatto tris a giugno a Bergamo e ha chiuso il poker a luglio sui suoi campi preferiti, confermando un dominio incredibile. Quattro su quattro, che significa zero sconfitte nella competizione e una stagione che resterà negli annali del Circuito, oltre a permettergli molto probabilmente di salire il prossimo anno in terza categoria. Un traguardo che più meritato non si può. Ottimo il bilancio degli organizzatori, che non avrebbero potuto chiedere di meglio: una cinquantina d'iscritti, la miglior finale possibile, un vincitore di casa e pure la bella favola di Luca Rescigno. Partito addirittura dalle qualificazioni, il tennista tesserato a Gardone Val Trompia ha vinto otto incontri, spingendosi sino in semifinale prima di arrendersi a Ferrandi. "È stato un buon torneo - spiega il direttore tecnico Alberto Paris - coronato da match di alto livello nelle fasi finali. Il caldo ha creato qualche problema ai giocatori, ma siamo comunque più che soddisfatti".

RISULTATI

Ottavi di finale: Dalla Bona b. Bonfigli 6-2 6-0, Gussoni b. Valenti 6-3 6-2, Giacomazzi b. Pedrini 6-1 6-0, Guadagnoli b. Crotti 6-2 7-6, Mori b. Ferrari 6-1 6-4, Rescigno b. Riva 6-1 6-0, Ferrandi b. Brontesi 6-4 2-0 ritiro, Cassetti b. Pedretti ritiro. Quarti di finale: Dalla Bona b. Gussoni 6-1 6-2, Giacomazzi b. Guadagnoli ritiro, Rescigno b. Mori ritiro, Ferrandi b. Cassetti 6-2 6-3. Semifinali: Dalla Bona b. Giacomazzi 6-7 6-2 6-4, Ferrandi b. Rescigno 6-3 3-1 ritiro. Finale: Dalla Bona b. Ferrandi 6-4 6-1.

Torna su
BresciaToday è in caricamento