Al via la Serie C di tennis: la carica di Forza e Costanza

In attesa degli Internazionali di Brescia, al via sabato 30 maggio, il Tennis Forza e Costanza è pronto per il primo grande impegno della stagione: il Campionato nazionale di Serie C

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

In attesa degli Internazionali di Brescia, al via sabato 30 maggio, il Tennis Forza e Costanza è pronto per il primo grande impegno della stagione: il Campionato nazionale di Serie C. La manifestazione, al via domenica 12 aprile, vedrà impegnata anche la formazione promossa dalla D1 nel 2013, e capace lo scorso anno di mantenere la categoria. Stavolta si punta però a qualcosa in più, ossia a un posto nel tabellone nazionale che decreterà le promosse in B. Un traguardo raggiungibile anche con la seconda piazza nel girone, raggiungibile alla luce del livello delle avversarie. Il team bresciano, capitanato dal consigliere Marco Guerini, è stato inserito nel girone 6, insieme ai bergamaschi della Polisportiva Curno, ai milanesi del Milago Tennis Center (Buccinasco) e dello Sporting Cusano Milanino, e ai varesini dello Sporting Saronno. Proprio dalla trasferta nel Varesotto scatterà domenica alle 9 il campionato dei bresciani, che rispetto al 2014 potranno contare sulla new entry Alberto Lazzari. Maestro di tennis, classificato 3.1, l'over 35 Lazzari vanta dei trascorsi al Forza e Costanza, che gli permetteranno di scendere in campo in qualità di elemento del vivaio. Oltre a lui, in gara i seconda categoria Leonardo Bezzi e Alessandro Tabacchini, e i 'terza' Riccardo Mevolli, Luca Boesso, Francesco Scaffidi e Alberto Paris. Un gruppo che fonda la propria forza sull'omogeneità. Proprio il livello costante dal numero uno al numero quattro potrebbe rappresentare un vantaggio, specialmente nei due doppi, spesso fondamentali nelle gare a squadre.

Lo sanno bene al Forza e Costanza, dove per anni hanno militato nei campionati più importanti, arrivando anche in Serie A1 dopo una lunga scalata partita dalla D. "Credo che avere una squadra che compete ad alti livelli - ha detto la presidente Anna Capuzzi Beltrami - sia un risultato prestigioso per il circolo, e se ci aggiungiamo che il nostro ospita già il secondo torneo femminile più importante d'Italia, rappresenterebbe un ulteriore salto di qualità". Per questo c'è il sogno di tornare in alto nel giro di qualche anno. "La Serie A1 è una grande vetrina, ricordo ancora le trasferte in tutta Italia, con in formazione uno come lo spagnolo Juan Balcells, che è arrivato fra i primi 70 del mondo sia in singolare sia in doppio, oltre ad aver giocato parecchi incontri di Coppa Davis. È l'unico modo, oltre ai tornei, per portare i campioni nei circoli di provincia, e rappresenta una grande opportunità sia per i giovani sia per i soci". L'ha capito qualche potenziale investitore, pronto a sostenere una campagna acquisti di livello in caso di promozione in Serie B. "Per puntare a un ritorno ai fasti degli anni scorsi serviranno dei rinforzi, ma sapere che c'è qualcuno interessato al progetto è già un buon punto di partenza. Ora godiamoci la Serie C, poi in base all'esito del campionato penseremo a come muoverci".

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento