rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport Pian Camuno / Via Plan di Montecampione

Giro d’Italia: due tappe bresciane, in Valcamonica sale la febbre rosa

La carovana rosa del Giro d'Italia 2014 si fermerà tre giorni in Valcamonica, dal 25 al 27 maggio: due le tappe camune, la prima con arrivo a Montecampione e la seconda con partenza da Ponte di Legno

Cresce l’attesa per il passaggio bresciano del Giro d’Italia 2014, dal 25 al 27 maggio in terra camuna, coinvolgendo cinque Comuni. Un evento più unico che raro, e che le municipalità chiamate in causa sono pronte ad accogliere nel migliore dei modi, con un investimento complessivo pari a 200mila euro, cofinanziato con i privati.

Ci saranno eventi, Notti Rosa e appuntamenti correlati, un’accoglienza anche colorata perché Artogne, Darfo, Gianico, Piancamuno e Ponte di Legno saranno letteralmente ‘invasi’ dal rosa che caratterizza il Giro, un po’ come successo a Brescia un anno fa, quando in città venne addirittura incoronato il vincitore Vincenzo Nibali.

Saranno coinvolti i ragazzi delle scuole, a loro spetterà realizzare i poster e le locandine, ma pure gli universitari, progettisti in erba dei tre infopoint che saranno ‘piazzati’ ad Artogne, a Darfo Boario Terme e a Ponte di Legno.

Il primo passaggio ‘ufficiale’ sarà domenica 25 maggio, con la tappa di Valdengo che si concluderà a Montecampione. Dopo la gran fatica, e la gran salita, un lunedì di riposo, ma con la carovana rosa che rimarrà in terra camuna ad ‘occupare’ i paesi della Valle.

Si ripartirà poi il 27 maggio, con 139 chilometri di salite da Ponte di Legno alla Val Martello. Con una dedica speciale a Marco Pantani, a dieci anni dalla sua morte. Tutti ricordano una delle sue ultime e straordinarie imprese, la vittoria di Montecampione del 1998, decisiva per la vittoria del Giro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d’Italia: due tappe bresciane, in Valcamonica sale la febbre rosa

BresciaToday è in caricamento