Sport

Trofeo Dimmidisì: rammarico Bolelli. Esce dopo un match da batticuore

Forti emozioni ieri al Challenger Savoldì & Cò trofeo Dimmidisì, nonostante la delusione finale. Simone Bolelli si è dovuto piegare dopo oltre 2 ore al serbo Boris Pashanski. Oggi attesa per l'italiano Marco Crugnola che sfiderà il romeno Adrian Ungur

Forti emozioni ieri al Challenger Savoldì & Cò trofeo Dimmidisì, nonostante la delusione finale. Simone Bolelli si è dovuto piegare dopo oltre due ore al serbo Boris Pashanski. Il match è partito in equilibrio, con entrambi gli atleti che riescono a tenere il servizio. Poi il bolognese inizia a sbagliare con più frequenza e sul 5-4 il serbo lo sorprende chiudendo il primo set con un rovescio vincente.

Nella seconda frazione Bolelli riprende in mano la partita, si porta avanti di tre game e chiude in scioltezza sul 6-1. Il set decisivo è da batticuore: Bolelli che subisce il break sul 3-2,terminando poi in svantaggio 5-2. Ma, come dicono negli States, la grassona deve ancora cantare. È il pubblico il primo a crederci, incitando  l'azzurro che risale la china portandosi in parità. Al tie-break sul 3-3 Pashanski colpisce due volte il nastro, sferrando poi un diritto vincente. A nulla serve l'ennesimo ace per l’allievo di Furlan. La partita termina 7-4 per Pashanski.

Oggi il torneo inizierà alle 13. Sul campo centrale Dustin Brown si vedrà opposto a Ruben Ramirez Hidalgo. A seguire Delbonis contro Klizan. Alle 17.30 attesa per l'italiano Marco Crugnola che sfiderà il romeno Adrian Ungur.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trofeo Dimmidisì: rammarico Bolelli. Esce dopo un match da batticuore

BresciaToday è in caricamento