Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Tennis, la Serie C dell'At Desenzano è da record: 18-0 dopo le prime tre giornate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Fra le 48 squadre lombarde in gara nel Campionato di Serie C, solo due formazioni sono riuscite nell’impresa di vincere per 6-0 in ciascuna delle prime tre giornate. Una è l’Associazione Tennis Desenzano, che ha ribadito sul campo le ambizioni della vigilia e nel Girone 2 arriverà al giro di boa della quarta giornata (delle sette totali) senza avere ancora perso un singolo incontro. Dopo il 6-0 rifilato all’esordio ai mantovani della Canottieri Mincio, il team capitanato da Massimo Mattinzoli ha fatto il bis nella prima uscita casalinga contro lo Sporting Club Saronno, e ha calato il tris domenica nella trasferta sui campi in cemento del Csa Tennis Agrate.

Nemmeno la possibile insidia rappresentata dalla superficie rapida si è rivelata un problema: l’At Desenzano ha firmato un nuovo 6-0 e si è confermata in vetta al girone, con sei punti (la vittoria ne assegna due) come i varesini dell’Eco Sport Samarate (l’altra formazione lombarda a quota 18-0) e i rivali del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa. Merito del quartetto titolare composto da Pietro Mugelli, Andrea Uberti, Massimo Mattinzoli e Matteo Milazzotto, ma anche del contributo del presidente-giocatore Damiano Saggioro (due vittorie su due in doppio) e dei veterani Alfio Raffaele Rovida e Marco Brugnoli, entrambi in campo – e vincenti – nei doppi ad Agrate. Ne deriva che la formazione bresciana sta tenendo un ruolino di marcia da record pur senza aver ancora schierato l’ex professionista slovacco Jan Stancik, pronto a dare il suo contributo nei prossimi impegni.

“Sapevamo di essere superiori rispetto alle prime tre avversarie – il commento del presidente Damiano Saggioro – ma va dato a tutti il merito di aver combattuto in ogni singola partita, non mollando mai nemmeno un punto. In certe situazioni, con la vittoria già in cassaforte, poteva capitare di rilassarsi, invece i ragazzi sono stati perfetti. Non potevamo chiedere un inizio migliore per presentarci alla seconda parte del campionato, dove la difficoltà degli incontri inizia ad aumentare”. Sarà così già a partire dal prossimo, domenica 2 maggio, sulla terra battuta di Desenzano contro il Tennis Club Pavia, capace di raccogliere una vittoria e una sconfitta nei due incontri sin qui disputati (l’altro è stato rimandato per pioggia). “Ora arriva la parte più difficile – dice ancora Saggioro – ma siamo pronti ad affrontare anche le sfide più complicate. Indipendentemente da come andrà, sono comunque molto contento perché abbiamo impostato la giusta formazione per i prossimi anni, con due giovani di livello e in grande crescita come Mugelli e Uberti a trascinare i più esperti. E poi nella squadra c’è grande affiatamento”.

Un dettaglio che può fare la differenza in vista dell’obiettivo primo posto finale, l’unico che permette di accedere al tabellone nazionale a eliminazione diretta, dove giocarsi la promozione in Serie B2. Agguantarla non sarà per nulla semplice, ma il cammino sin qui perfetto infonde grande fiducia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, la Serie C dell'At Desenzano è da record: 18-0 dopo le prime tre giornate

BresciaToday è in caricamento