Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport Mompiano

Spezia-Brescia 3-1: i liguri non perdonano, concreti e spietati

Il Brescia se la gioca finché può, sembra addirittura più rodato. Ma i padroni di casa schierano una fanteria di giocatori che in molti invidiano, e chiudono il match con le reti di Sansovini e Di Gennaro

Sulla carta non poteva che finire così, lo Spezia ha fatto investimenti spropositati, schiera giocatori che in Serie A si sono già fatti le ossa, ha una rosa così ampia che può variare moduli e schemi a piacimento. E in terra ligure finisce 3 a 1 per i padroni di casa, risultato giusto ma non troppo perchè il Brescia a tratti ha saputo fare di meglio, è sembrato più squadra, ha pure tirato parecchio verso la porta avversaria. Schiacciati da un folto pubblico, quasi 8mila persone, e da individualità che poche altre squadre possono vantare.

IL MATCH – La partita si preannuncia come una di quelle dal buon tasso di divertimento, lo Spezia mette in mostra il meglio di sé, Okaka e Sansovini e un Di Gennaro a cui bisogna stare attaccati. Calori conferma invece le due punte, i due giganti, e un'impostazione di gioco per sfruttare il potenziale biancoblu: tante palle lunghe, tanti contropiedi. Uno schema che funziona perchè è proprio il Brescia ad avere le occasioni migliori, e a passare in vantaggio prima del quarto d'ora: da Zambelli a Mitrovic, poi in mezzo per Bouy che prima la tira addosso al portiere e poi insacca al secondo tentativo. Timida reazione ligure ma è ancora Brescia, Caracciolo di testa e il sinistro di Mitrovic, dopo la mezzora una doppia conclusione di Bouy. Niente male, fino al pari: cross del solito Di Gennaro, gran girata al volo di Sansovini e palla in rete. I minuti sono già 40, il Brescia chiude un po' in affanno causa pressing avversario a tutto campo.

Si ricomincia con un gol annullato, e due occasioni non troppo nitide dalla parte opposta. Come nel finale di tempo la musica è cambiata, e a parte Caracciolo un paio di volte sono i padroni di casa a guadagnare metri e campo. Si sbaglia ancora in difesa, con Caracciolo Andrea forse intontito da un pallonata in pieno volto, e Arcari che ancora una volta salva il risultato con un intervento da numero uno. Ma è l'amaro preludio al vantaggio spezzino, anche se viziato da un rigore a mio avviso molto dubbio, se non inesistente: dal dischetto Di Gennaro, oggi tra i migliori, non sbaglia e insacca il 2 a 1. Partita chiusa, non c'è niente da dire, e nel finale il colpo del ko definitivo, ancora Sansovini.

POST PARTITA – Come detto in apertura la sintesi può essere questa, Brescia squadra più rodata nonostante i nuovi, Spezia più compatto nel lungo dei 90 minuti e con una serie di individualità che in molti invidieranno nel corso della stagione. Di Gennaro e i suoi assist, il metronomo Sammarco, poi una quaterna d'attacco dove anche il non sempre brillantissimo Okaka ha fatto la sua buona parte, ha corso dall'inizio alla fine, e Sansovini che ha tirato tre volte e ha fatto due gol. Lo Spezia può ancora migliorare, chiaro che anche la strada del Brescia è lunga. Siamo solo a settembre, che l'autunno porti consiglio.

TABELLINO

SPEZIA-BRESCIA 3-1

SPEZIA: Russo, Madonna, Schiavi, Benedetti, Garofalo, Bovo, Sammarco, Antenucci ('66 Crisetig), Di Gennaro (41' st Mandorlini), Sansovini ('90 Mario Rui), Okaka. All. Serena
BRESCIA: Arcari; De Maio, Salamon, Antonio Caracciolo ('80 Saba); Zambelli, Finazzi ('58 Welbeck), Budel, Bouy, Scaglia; Andrea Caracciolo, Mitrovic ('82 Picci). All. Calori

Marcatori: '13 Bouy, '39 e '86 Sansovini, '73 Di Gennaro (rig)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezia-Brescia 3-1: i liguri non perdonano, concreti e spietati

BresciaToday è in caricamento