Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport Mompiano

Novara-Brescia 4-2: grande calcio al Piola ma sconfitta meritata

Primo tempo un po' così, poi una ripresa che tutti vorrebbero vedere. Peccato per il risultato, Brescia sconfitto da una squadra a tratti troppo forte, soprattutto in attacco. Ma la partita rispetta le premesse: un vero match da Serie A

Avremmo sicuramente preferito un altro risultato ma bisogna prendere atto del 4 a 2 con cui il Novara di Attilio Tesser strapazza il Brescia di mister Calori, tanti gol e tantissime emozioni, un match che si chiude veramente solo all’ultimo minuto, quando quasi per caso segna Baclet. Il vantaggio di Mehmeti, al terzo tentativo, il raddoppio da capogiro di Gonzalez, la reazione e l’orgoglio biancoblu, e un Andrea Caracciolo da incorniciare. Il campionato continua, si può ancora migliorare.

IL MATCH – L’atmosfera è quella giusta, le premesse per divertirsi ci sono proprio tutte. Parte forte il Brescia, subito Martina Rini (ma il suo tiro è troppo fiacco), la risposta di Mehmeti che sfiora il palo, la testa di Caracciolo che va sul fondo, ancora Martina Rini liberato bene da Budel, e un’altra palla gol che svanisce. Il Novara sa fare il suo gioco, e il suo contropiede, ci si mettono pure i cross che diventano tiri, Del Prete al minuto 20 e Ghiringhelli al minuto 40, tra i due Mehmeti che ci riprova e poi ci riesce, insaccando il vantaggio in anticipo su Stovini. Poco prima del fischio occasione per il raddoppio, anche Pesce sfiora il palo.

Di nuovo in campo, e Salamon che per poco non pareggia, bravo Lisuzzo a deviare quanto serve. Ma Tesser ci vede giusto, fa un cambio e quasi per magia, pochi secondo dopo, Pablo Gonzalez si inventa un tiro da fuori, un super gol che li batte tutti, palla che gira e Arcari non può nulla: un giocatore di un’altra categoria, da 9 gol in 6 partite. Partita chiusa? Macchè, ecco il cuore Brescia! Entra Saba, al primo corner un morbido assist per Caracciolo, l’Airone vola una spanna sopra tutti e palla in rete, 2 a 1 e la partita è ancora lunga. Ma quando i minuti corrono nessuno li può fermare, ed ecco metà tempo e Salamon di testa, ecco la mezzora ed ecco gli ultimi cambi, escono gli ottimi Mehmet e Pesce, entra pure Mitrovic, espulso in meno di 5 minuti, e chissà qual è il vero motivo.

Poco dopo altra ripartenza veloce del Novara, Faragò si invola da sinistra e la mette rasoterra per Gonzalez, anticipato da Stovini che la mette dentro al posto suo. Partita chiusa, di nuovo? Di nuovo macchè, solito cross e solito Andrea Caracciolo con la testa, al Piola ci si diverte, e per davvero. Entra Benali, Brescia a tutta offesa, gran corsa di Dal Prete sulla sinistra, si guadagna e calcia il corner, Baclet appena entrato, ad occhi chiusi e con le mani sulla faccia, segna di pancia, e non ho sbagliato a scrivere.

POST PARTITA – Peccato che finisca così, con una sconfitta, ma la partita ha rispettato tutte le attese del pronostico, grande velocità e grandi attaccanti, la doppietta di Gonzalez e quella di Caracciolo. Niente da dire, i padroni di casa hanno vinto con merito, hanno accelerato quando hanno dovuto, hanno segnato il giusto, e forse anche di più. Ma grande cuore Brescia, bravi tutti, bravi davvero.

LE PAGELLE

TABELLINO

NOVARA-BRESCIA 4-2

NOVARA: Kosicky, Ghiringhelli, Lisuzzo, Bastrini, Del Prete, Marianini, Barusso, Pesce, Lepiller (’57 Perticone), Gonzalez, Mehmeti (’73 Baclet). All. Tesser
BRESCIA: Arcari, De Maio, Salamon, Stovini; Zambelli, Martina Rini (’61 Saba), Budel, Bouy (’88 Benali), Scaglia, Andrea Caracciolo, Corvia (’72 Mitrovic). All. Calori

Marcatori: ’30 Mehmeti, ’57 e ’81 Gonzalez, ’63 e ’82 Caracciolo, ’90 Baclet

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara-Brescia 4-2: grande calcio al Piola ma sconfitta meritata

BresciaToday è in caricamento