Lunedì, 21 Giugno 2021
Sport

Livorno-Brescia 3-0. KO tecnico, dal Picchi si torna con le ossa rotte

Netta sconfitta per i ragazzi di Calori, travolti a Livorno da una squadra compatta e che la Serie A se la merita davvero. Doppio Belingheri nel primo tempo (ma con responsabilità di Arcari), poi chiude Dionisi

Niente di compromesso, è chiaro, ora non resta che aspettare e gufare, sperando che il Varese il suo compitino, nel posticipo di lunedì sera, non lo faccia bene, anzi. Al Picchi di Livorno il Brescia porta a casa le ossa, forse nemmeno quelle, tre reti in poco più di sessanta minuti che valgono sì come KO tecnico, in una gara in cui, a dirla tutta, i ragazzi di Calori in partita non ci sono mai stati. Doppio Belingheri nel primo tempo, ma con doppia responsabilità di Arcari, terzo centro ad inizio ripresa, a firma di Dionisi: un gol bello e meritato. Lo stesso risultato di quella maledetta finale playoff, nell’ormai lontano 2009. Ci può consolare il fatto che a farci lo sgambetto stasera sia stata una vecchia conoscenza della Provincia bresciana (dicasi Lumezzane), un certo Davide Nicola? Direi di no.

VIDEO - Livorno-Brescia 3-0:
le immagini di una disfatta

IL MATCH – Due punte e un trequartista per parte, una gara che già da subito è votata all’offesa. In gioco c’è molto, non tutto ma quasi, e il primo lampo è biancoblu, grave errore di Emerson davanti alla sua linea difensiva, ne approfitta Scaglia con un gran sinistra, Fiorillo è pronto e devia in angolo. Ci vuole poco però per rimettere tutti in riga, bastano tre minuti, un sinistro potente che Arcari respinge male, respinge corto, vola Belingheri in tap in e Livorno in vantaggio. A tratti il Brescia pareva potersela giocare, dopo il primo gol i padroni di casa fanno il bello e il cattivo tempo: niente assedio, chiaro, ma il raddoppio arriva inesorabile, minuto 25 e colpo da fuori di Emerson, Arcari respinge ancora corto, in questo caso la responsabilità del portiere è più evidente, Belingheri è sempre lì, palla dentro e 2 a 0. Reazione poco pervenuta, ci prova Lasik da fuori ma il suo destro non scende, salta in alto Caracciolo, su punizione di Scaglia, la palla va sopra la traversa.

Cambio di campo ma non di copione, entra pure Sodinha ma il canovaccio è già scritto, Dionisi scappa via da tutte le parti, al primo contropiede utile si guadagna un gol meritatissimo, due contro due senza scampo, Paulinho lo vede in mezzo e lo serve, una finta e un rimpallo, il pallone scivola via, sotto le gambe di Arcari, il 3 a 0 che vale come ko. Da qui in poi è davvero una partita finita, il Livorno può risparmiarsi e così decide di fare anche il Brescia, non manca molto a quel Varese che sarà a questo punto davvero decisivo, ci prova ancora Caracciolo di testa, su cross di Sodinha. A sfiorare la rete, di nuovo, è Gigi Scaglia, che si inventa un sinistro a giro, palla out di un soffio. Benali appena entrato riesce a girarsi in area, ancora nulla di fatto, si ripete poco dopo Rossi, alla sua prima e unica folata, bel numero in area ma destro diagonale che si allontana troppo dalla porta. Prima e dopo ci ha provato anche Paulinho, alla caccia del suo gol numero 20.

POST PARTITA – Questione di striscioni, giusto per esulare un po’ dalla mera cronaca sportiva. I bresciani nel settore ospiti con un eloquente “Dai gnari”, i tifosi di casa che tengono fede alla loro storica linea politica: durante il minuto di silenzio dedicato a Giulio Andreotti come un lampo appare uno striscione dei loro, di quelli schierati: “Noi piangiamo solo i morti di Genova”. Sette morti e due dispersi, a quanto pare davvero poco importanti, in Serie A sono stati ricordati solo a Genova, con uno striscione (in campo) dei portuali liguri.

LIVORNO-BRESCIA
LE PAGELLE

TABELLINO

LIVORNO-BRESCIA 3-0

LIVORNO: Fiorillo, , Bernardini, Emerson, Ceccherini, Schiattarella, Lambrughi, Luci, Duncan, Belingheri, Paulinho, Dionisi. All. Nicola
BRESCIA: Arcari, Zambelli, De Maio, Caldirola, Daprelà, Rossi, Lasik, Finazzi, Scaglia, Corvia, Caracciolo. All. Calori

Marcatori: 11’ e 25’ Belingheri, 58’ Dionisi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno-Brescia 3-0. KO tecnico, dal Picchi si torna con le ossa rotte

BresciaToday è in caricamento