Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport Mompiano

Cittadella-Brescia 1-1. La replica di Salamon a un rigore che non c’è

Un altro pareggio per i ragazzi di Calori, anche al Tombolato finisce con una rete a testa. Vantaggio Cittadella nel primo tempo su rigore molto dubbio, pareggio di Salamon (su punizione) a '10 dalla fine

Un campo difficile e un pareggio a tratti insperato, buona la reazione del Brescia che riesce a portarsi a casa un discreto punto con il Cittadella di Foscarini, due vittorie consecutive e un gioco più che convincente, forse troppo sicuri di vincere, e quando affronti il Brescia invece è da mai dire mai. Giocano meglio loro, i veneti, hanno tre attaccanti veloci e pericolosi, hanno uno stile di gioco che poche in B possono vantare. Ma al Brescia mancava Caracciolo, e sarebbe potuta finire anche diversamente.

IL MATCH – Non che ci si aspetti il clasico del Camp Nou ma il calcio lo guardiamo perché di massima è divertente. Tra Cittadella e Brescia l’assioma non si presenta come tale, le squadre sono chiuse e contratte, ci sono pochi spazi, e i veneti tipicamente sono attendisti, è nel gioco di Foscarini la ripartenza con verticalizzazione. Anche le occasioni dunque scarseggiano, e a fare il gioco sono i padroni di casa, poca roba a dire il vero fino alla grande respinta di piedi del nostro Arcari, su gran destro di Gasparetto. Allora reagisce il Brescia, un po’ zoppo questa sera, ma il pericolo più grande se lo procurano loro, e da soli, quando Baselli anticipa Saba e per poco non sorprende il suo portiere. Ci mancava poi il rigore inesistente, vicendevoli spintoni tra Di Carmine e Caracciolo ma l’arbitro che non ha dubbi, e Di Roberto insacca forte, prima della reazione Brescia e Corvia che ha due occasioni, prima un gran destro da fuori e poi un rigore facile facile, per una clamorosa smanacciata di Biraghi, ammonito. Il dischetto è stregato, il pallone va alto.

Pochissime idee Brescia nel primo tempo, pochissime anche nella ripresa, il Cittadella può far suo il gioco e senza nemmeno correre troppo, e lasciare spazio all’estro di Di Roberto da destra, protagonista di diverse discese palla al piede, e per fortuna non tutti i cross gli riescono. Sempre dai suoi piedi la respinta che al ‘9 permette a Busellato di tirare da fuori, ancora bravissimo Arcari. Entra Picci, esce Saba, dopo il quarto d’ora il Brescia sembra prendere nuovo coraggio, la spizza Daprelà di testa, apre Lasik dai lati, ecco che arrivano i primi corner, poi alla mezzora una mischia da rugby, cross di Zambelli e Corvia che per caso si trova il pallone sul piedone, a un metro dalla porta finisce addosso al portiere. Ma il calcio che diverte spesso ha la meglio, il Cittadella paga un po’ di sufficienza, il Brescia guadagna metri e guadagna Salamon, prima di testa (Cordaz di piede) e poi su punizione, scivola ma prende lo stesso la mira, e al ’36 insacca il pareggio da fuori. Viene espulso Daprelà, il Cittadella prova un poco d’assedio, tre occasioni in pochi minuti, e meno male che c’è Arcari.

POST PARTITA – Un punto a testa, dai. Non male per come si era messa, non male per come stavano giocando le due squadre in campo. Che delusione Corvia, non tanto per il rigore (può succedere) quanto per il complesso della sua gara, che delusione l’assenza di Caracciolo, il punto cardine del gioco d’offesa dei ragazzi in maglia biancoblu. Applausi a scena aperta infine per Arcari e soprattutto Salamon: un vero leader, e non solo tra i tre di difesa.

CITTADELLA-BRESCIA
LE PAGELLE

TABELLINO

CITTADELLA-BRESCIA: 1-1

CITTADELLA: Cordaz, Sosa, Gasparetto, Pellizzer, Biraghi, Vitofrancesco, Baselli ('58 Paolucci), Busellato, Di Roberto, Di Carmine, Giannetti. All. Foscarini
BRESCIA: Arcari, Zambelli, De Maio, Salamon, Caracciolo, Daprelà, Budel, Lasik, Rossi, Saba ('64 Picci), Corvia ('81 Mitrovic). All. Calori

Marcatori: ’27 Di Roberto (rig), ’81 Salamon

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella-Brescia 1-1. La replica di Salamon a un rigore che non c’è

BresciaToday è in caricamento