Brescia-Palermo 1-1. Pari sofferto e meritato, Rondinelle a testa alta

Bella partita al Rigamonti, combattuta fino a che le energie lo hanno permesso: al vantaggio di Caracciolo nel primo tempo la risposta di Belotti nella ripresa. Il Brescia rialza finalmente la testa e porta a casa un punto prezioso

Finisce pari e patta tra Brescia e Palermo, nel grigio e nel freddo di un Rigamonti ancora mezzo vuoto, per quella che doveva essere la partita della verità, anche per via dell’esordio di Cristiano Bergodi in panchina. E in un certo modo lo è stata, perché il nuovo format delle Rondinelle sembra spazzar via almeno qualche delusione, qualche incertezza: forse merito anche al Palermo, che non ha mai mollato dall’inizio alla fine. In quel di Mompiano comunque finisce 1 a 1, un gol per tempo,  a Caracciolo risponde Belotti.

IL MATCH – Parafrasando, la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo. Perché ancor prima del fischio d’inizio bisogna saper improvvisare, e senza Freddi bloccato dall’influenza a fare il centrale è costretto Budel. Che comunque non se la cava male, almeno nelle ripartenze, mentre la gara è una di quelle toste, Brescia e Palermo se le danno di santa ragione (a fine gara addirittura una decina di ammoniti), botta e risposta da una parte e dall’altra, prima Hernandez da solo e poi un doppio Cragno su Dybala e Bolzoni, e lentamente cresce Caracciolo. Prima di testa, piano, poi un assist al bacio per Scaglia, poi ecco finalmente il gol del vantaggio, stop di petto volante e gran destro al volo, su cui Sorrentino non può nulla.

Prima del cambio di campo, l’Airone quasi replica lo show, così come farà nel finale, all’ultimo secondo utile. Ma sono gli ospiti ad aver alzato la testa, prima la rete annullata ad Andelkovic, poi il pareggio vero e proprio, a firma di Belotti, con un sinistro rasoterra. Dopo tutto questo correre la partita va scemando, le forze vengono un po’ meno: qualche cambio in corsa, da una parte e dall’altra, il Brescia prova Sodinha ma il brasiliano non incide, al fischio finale Caracciolo la sfiora, e la sfiora davvero.

POST PARTITA – Un punto non muove la classifica, ma un punto così muove il morale. Dopo tanto faticare e dopo tante vicissitudini il Brescia sembra finalmente pronto a risalire la china, e lo ha dimostrato con una prestazione niente male, tanta grinta e pure il dovuto spessore. Sontuoso Caracciolo, che quando c’è da lavorare serio la squadra la prende per mano, e la porta con sé.

TABELLINO

BRESCIA-PALERMO 1-1

BRESCIA: Cragno, Zambelli, Budel, Camigliano, Kukoc, Finazzi, Coletti, Mandorlini, Scaglia, Oduamadi (65’ Sodinha), Caracciolo. All. Bergodi
PALERMO: Sorrentino, Pisano, Munoz, Terzi, Daprelà, Bolzoni, Barreto, Verre (46’ Andelkovic), Di Gennaro (53’ Belotti), Dybala (77’ Varela), Hernandez. All. Iachini

Marcatori: 31’ Caracciolo, 60’ Belotti

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento