Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Sampdoria-Brescia 2-0. Eder ispira, Pozzi e Foggia concludono

Niente da fare al Marassi, doriani più incisivi e più concreti. Nel primo tempo apre Pozzi, nella ripresa chiude Foggia: il trascinatore però è un certo Eder, a tratti incontenibile. Cambia la classifica, tre squadre in quattro punti

Prima o poi doveva succedere di nuovo, e il Brescia esce sconfitto dal Marassi da una ottima Sampdoria, più forte in tutto e più decisa in tutto, una rosa di un altro livello e anche una corsa che fa invidia. In realtà i blucerchiati dominano solo a tratti, ma quando accelerano fanno male: e così passano ad inizio gara con Pozzi, e così raddoppiano a metà ripresa con Foggia. In mezzo il Brescia solo a momenti, e la Samp che si è fatta valere, e ha vinto meritatamente.

IL MATCH – La pioggia di Genova accoglie le Rondinelle, forse spaventate e forse spaesate. Calori sceglie Cordova dal primo minuto, Iachini può invece piazzare Nicola Pozzi, l’uomo che al ’12 porterà in vantaggio i blucerchiati, su cross di Renan e in mezzo alla confusione dei difensori bresciani. Poco prima una bella iniziativa di Eder dalla sinistra, due ottimi interventi difensivi di Zambelli e Daprelà, poco dopo una gran parata di Arcari ancora su Eder, e un tiraccio di Juan Antonio. La Sampdoria gioca e imposta, il Brescia si difende e pensa al contropiede, infatti è ancora Pozzi a sfiorare il gol al minuto 23: Obiang tiene botta e la lascia in mezzo, Pozzi di prima la mette sotto il sette, Arcari vola altissimo e devia in corner.

SERIE BWIN, PESCARA-LIVORNO: MALORE IN CAMPO PER MOROSINI, MORTO DOPO ARRESTO CARDIACO

La Samp si lascia un po’ andare, e il Brescia prende coraggio. Ma là davanti Jonathas è sempre solo, troppo solo, e il primo tempo finisce in fretta. Il cambio di campo non giova ai ragazzi di Calori, ancora remissivi e ancora attendisti. Tanto che sono ancora gli ‘altri’ a tirare in porta, con Laczko (fuori) e più tardi Eder, che la butta addosso ad Arcari protagonista poco prima di una parata un po’ oscura. Nel mezzo il colpo di testa a botta sicura di Mandorlini, su un gran corner di Cordova, su cui è miracoloso Romero che la para con il ginocchio. Entra Foggia, che di calcio ne sa, e la Samp raddoppia: ripartenza veloce di Eder, il migliore, palla filtrante per il neo entrato, freddo e preciso sotto porta per chiudere il match.

POST PARTITA – Sono bastati i primi ’20 a far capire come sarebbe andata. Brescia chiuso a riccio, Sampdoria in forcing d’offesa, per vie centrali e laterali. Poi la timida reazione biancoblu, ma occasioni vere poche, e i padroni di casa che quando hanno voluto hanno davvero accelerato, hanno messo in crisi le Rondinelle. Per fortuna il Padova ha perso, per sfortuna il Varese ha pareggiato all'ultimo. La corsa alla promozione non è chiusa, anzi, diciamo che la Samp ci sorpassa, e anche bene. Mancano sette partite, la prima con l’Ascoli, la seconda con il Sassuolo. E siamo quattro squadre in tre punti.

LE PAGELLE

LA CLASSIFICA

TABELLINO

SAMPDORIA-BRESCIA

SAMPDORIA: Romero, Rispoli, Gastaldello, Rossini, Laczko, Munari, Obiang ('82 Volta), Renan, Juan Antonio ('60 Foggia), Eder ('74 Pellè), Pozzi. All. Iachini
BRESCIA: Arcari, Zambelli, De Maio, Caldirola, Martinez, Daprelà, Vass ('69 Rossi), Cordova ('75 Piovaccari), Mandorlini, El Kaddouri, Jonathas. All. Calori

Marcatori: ’12 Pozzi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria-Brescia 2-0. Eder ispira, Pozzi e Foggia concludono

BresciaToday è in caricamento