Sport

Roberto Baggio e il ritorno a casa: stop Vicenza, presidente dimesso

Giorni caldissimi tra i biancorossi per la papabile ipotesi di un improvviso ritorno di Roberto Baggio, nato a Caldogno e cresciuto proprio con la maglia del Vicenza. La società non dà cenni, il presidente Masolo si dimette

Una suggestione è sempre una suggestione, ma aveva già fatto infiammare cuori e teste, in terra vicentina. Il grande ritorno di Roberto Baggio, proprio nei campi che l’hanno cresciuto, non certo come titolare ma di sicuro come tecnico, forse un consulente, forse addirittura allenatore. Un’idea che si fa concreta quando il presidente del Vicenza (ora dimissionario) Massimo Masolo si avvicina all’agente del Divin Codino, Vincenzo Petrone, e racconta di un primo accordo, o quasi.

“Speravo che, con un progetto del genere – ha spiegato proprio il presidente Masolo – avrei avuto il sostegno nei membri del CDA, invece ho trovato solo freddezza, quando non addirittura ostilità”. Proprio ieri, nell’ultima riunione del Consiglio d’Amministrazione, la società ha preso atto della scelta di Masolo, di consegnare le proprie dimissioni.

Roberto Baggio allora si allontana di nuovo, sarebbe piaciuto un po’ a tutti vederlo a due passi dal campo giocato, come ai vecchi tempi. E intanto un altro dubbio si insinua, chissà se il Codino avrebbe davvero accettato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Baggio e il ritorno a casa: stop Vicenza, presidente dimesso

BresciaToday è in caricamento