menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra i ghiacci dell’Alaska: l'ultima sfida di un avvocato bresciano

Un viaggio lungo tre giorni, per percorrere 340 chilometri tra le distese di ghiaccio dell'Alaska. La storia di Roberto Aldovini, avvocato di Coccaglio e che ora abita in Svizzera. Un anno fa, quasi 200 km in Lapponia

Si era già cimentato in un viaggio epico, esattamente un anno fa: quasi 200 chilometri tra le distese della Lapponia, tra ghiaccio e lupi, e con temperature capaci di arrivare a 40 gradi sotto zero. Lui è Roberto Aldovini, avvocato di Coccaglio cresciuto tra Cazzago e Bornato, e che da qualche anno abita in Svizzera, per lavoro.

Un lavoro a cui non ha mai rinunciato, senza mai rinunciare però anche alla sua passione più grande. La sfida come concetto in sé, il viaggio come correlato che le si affianca: e non ha mai mollato, negli anni ha cominciato ‘sondando’ l’Appennino, poi la Grecia, poi l’Alaska, poi la Lapponia.

Questa volta in Alaska ci è tornato, e per battere ogni record: un percorso da 340 chilometri, in quella che è una gara a tutti gli effetti. E’ rimasto solo lui, ad arrivare in fondo. Ci ha messo quasi 3 giorni, tra albe e tramonti e sole che scende troppo presto.

Con sé solo vestiti pesanti, una slitta ‘carica’ di almeno 20 chili, con passamontagna e vestiti di riserva, provviste d’emergenza o meno, persino un fornelletto da campeggio, non sia mai che ci si possa scaldare un po’.

Certo fa un po' meno freddo che nell'alta Finlandia, ma si far per dire. A meno 30 comunque, "ci si arriva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento