Scontro ultras in autogrill a Firenze: maxi rissa per 128 tifosi

Un incontro casuale tra tifoserie del Brescia e del Verona, lungo l’autostrada A1: 128 ultras coinvolti, vari feriti e un giovane ricoverato in ospedale. Rischio Daspo per più di un centinaio di persone

Si sarebbero incontrati per caso, all’autogrill Chianti Ovest, sull’autostrada A1. Tifosi del Brescia in viaggio per raggiungere Perugia (gara poi conclusa con la vittoria dei padroni di casa), tifosi dell’Hellas Verona in viaggio verso Roma, per l’anticipo del sabato contro i giallorossi.

Tifoserie e gruppi ultras che definire nemici è un eufemismo. Ma che si sono casualmente incrociati all’ora di pranzo, per quella che si è trasformata in una mattinata da incubo. Una rissa di cui è difficile risalire all’origine, capire chi ha cominciato per primo. Ma che ha coinvolto 128 tifosi, e più di un centinaio di identificati.

Per loro potrebbe scattare un ‘maxi Daspo’, conseguenza diretta della maxi rissa. Pochi i contusi, per fortuna: solo un giovane tifoso del Verona sarebbe stato ricoverato in ospedale, a Ponte Niccheri in provincia di Firenze.

Una rissa comunque violentissima, secondo le prime ricostruzioni, una rissa da stadio: gli ultras si sarebbero colpiti e picchiati anche con le aste delle bandiere, utilizzate come bastoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento