Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport Mompiano

Padova-Brescia 2-1: prima sconfitta stagionale per le Rondinelle

Niente da fare, Brescia sconfitto all'Euganeo grazie a una doppietta di uno strepitoso Cutolo. Le Rondinelle sembrano avere in mano la partita, ma solo a sprazzi: alla lunga esce fuori il Padova che merita la vittoria

Finisce 2 a 1 per il Padova il primo big match della nona giornata di campionato, prima sconfitta della stagione per le Rondinelle di mister Beppe Scienza, che controllano la partita per ampie parti della gara ma che poi soccombono di fronte alla squadra di casa, più concreta, più cinica e in questo momento sicuramente più forte. Protagonista della serata Aniello Cutolo, trascinatore decisivo dei suoi con una doppietta, due gol in fotocopia su cui purtroppo pesano gli errori evidenti della difesa biancoblu. Il Brescia pareggia con Jonathas, il migliore dei nostri, poi rischia addirittura di passare in vantaggio con De Maio, che colpisce però la traversa. Il Padova è momentaneamente in testa alla classifica, a pari con il Torino, al Brescia una sconfitta che fa male ma che può aiutare a far riflettere.

IL MATCH – Scienza recupera capitan Zambelli, e lo schiera subito a destra, dal primo minuto; confermati gli altri dieci titolari della vigilia per il solito 4-3-1-2 che si chiude con il tridente Juan Antonio-Jonathas-Feczesin. Per il Brescia è la gara numero 2000 in campionato, un traguardo che meriterebbe la giusta remunerazione: sembra che le cose vadano bene quando nella prima mezzora, nonostante le pochissime occasioni, le Rondinelle detengono il dominio quasi totale del campo, con un possesso palla doppio rispetto ai padroni di casa. Ma è il Padova a passare in vantaggio, con Cutolo al ’31, che recupera un pallone spazzato male e di sinistro infila Arcari. Al ’38 il pareggio del Brescia: errore clamoroso di Portin su cui sopraggiunge il lestissimo Jonathas, bravo a infilare il giovane Perin con un finissimo esterno destro.

Nel secondo tempo si ripete il leitmotiv dei primi ’45, ma il predominio Brescia dura ancora meno. Tante occasioni nei primi minuti, prima Budel di sinistro servito da El Kaddouri e poi De Maio di testa su calcio d’angolo, con la traversa spizzicata a portiere battuto. Dal Canto mette Cuffa e Lazarevic, che bene o male cambia la partita. Da qui in poi quasi solo Padova, prima un salvataggio (sulla linea) di Budel su tocco ravvicinato di Schiavi, poi una grande uscita di Arcari sull’instancabile Cacia, e ancora Arcari che respinge un cross insidioso rasoterra di Legati. Il 2 a 1 degli ospiti è tutto di Cutolo: parte largo da destra, salta tre uomini biancoblu (che scivolano però a terra, anche intralciandosi tra di loro) e corre senza ostacoli fino all’area da dove può sfoderare il suo micidiale sinistro che vale tre punti pesantissimi. Al ’40 e al ’44 due grandissime occasioni per il pari, prima con Feczesin che spreca malamente un gran lancio di Salamon, poi con Maccan e Ramos, anticipati all’ultimissimo da Perin e da Schiavi.

POST PARTITA – Fino al ’15 della ripresa nessuno si sarebbe mai aspettato di perdere una partita come questa. Il temibile Padova in entrambi i tempi è emerso solo nel finale, ha saputo cogliere gli attimi di stanchezza che lentamente hanno coinvolto tutti i ragazzi, abili nel possesso palla e nel controllo ma mai concreti come gli avversari in bianco, e mai troppo lucidi tanto da creare poche occasioni vere, poche occasioni nitide. Prima sconfitta stagionale sulla quale si può riflettere, per i vari errori sotto porta e per i vari errori in difesa. Niente da dire sui cambi, gli unici possibili, forse da fare qualche minuto prima per provare a dare l’ultima svolta al match. Ma ci si mette anche la sfortuna, e non si può negare che il 2 a 1 sia il risultato più giusto. Lunedì 17 ottobre arriva il Pescara di Zeman: attenzione, qua non si può sbagliare.

LE PAGELLE

LA CLASSIFICA

TABELLINO

PADOVA-BRESCIA: 2-1

PADOVA: Perin, Legati, Portin, Schiavi, Renzetti, Bovo, Italiano, Marcolini ('58 Cuffa), Cutolo, Cacia ('90 Ruopolo), Drame ('60 Lazarevic). All. Dal Canto

BRESCIA: Arcari, Zambelli (’77 Dallamano), De Maio, Magli, Berardi, Budel, Salamon, El Kaddouri, Juan Antonio, Jonathas (’68 Ramos), Feczesin (’86 Maccan). All. Scienza

Marcatori: ’31 e ’71 Cutolo, ’38 Jonathas

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova-Brescia 2-1: prima sconfitta stagionale per le Rondinelle

BresciaToday è in caricamento