Sport

Nocerina-Brescia: 1-1 Un amaro pareggio campano

Evidente involuzione rispetto alla squadra scesa in campo con il Vicenza nell'esordio casalingo. Qualche rimpianto per i tanti errori sotto porta, e per un rigore netto in pieno recupero: ma questi sono due punti persi

Finisce 1 a 1 a Nocera Inferiore davanti a 10mila spettatori il match tra Nocerina e Brescia: dopo l’esordio spumeggiante al Rigamonti le Rondinelle mostrano una preoccupante involuzione, forse dovuta alla stanchezza, forse dovuta alle (poche) assenze, ma resta il fatto che i due punti mancati in terra campana sono sicuramente due punti persi. Nel corso dei ’90 minuti si può certo recriminare qualcosa, dai due legni colpiti da Feczesin (che in tutto si mangia quattro gol) fino al rigore abbastanza netto per l’intervento dell’estremo difensore Gori su Jonathas, a tempo già scaduto. Manco a dirlo il migliore dei bresciani è ancora capitan Zambelli; niente male anche Juan Antonio e El Kaddouri, forse un po’ discontinuo, deludono Budel, Berardi e Zoboli, sostituito alla fine dei primi ’45 per far posto a Magli, all’esordio in Serie B.

IL MATCH – Si vede subito che c’è qualcosa di diverso, ma ci si aspetta nei primi minuti un rodaggio più che giustificato. Le due squadre giocano di prima, con la palla bassa, i padroni di casa a volte sono decisamente confusi e, strano a dirsi, anche il Brescia ne viene lentamente contagiato. La prima vera palla gol arriva al ’14, sulla testa di Feczesin: il cross dalla destra di Zambelli arriva dritto sulla capoccia dell’attaccante ungherese, che tutto solo la schiaccia bassa dove possono arrivare Gori prima e Pomante poi. La Nocerina pare più aggressiva, ma De Maio è sempre attento, e sempre ben piazzato, così il Brescia può permettersi qualche contropiede pericoloso, con El Kaddouri (gran destro da 30 metri appena fuori) e Jonathas, protagonista di una finezza di tacco di poco a lato.

In una partita senza pause, dopo un altro tiro di Feczesin, al ’40 ecco il vantaggio dei Molossi: gran girata di Catania su cui è bravissimo Leali, sulla palla si avventa però Castaldo che da grande opportunista realizza l’1 a 0. Ma dura poco, e cinque minuti dopo Juan Antonio pareggia con un gran gol da lontano, dopo un evidente errore della difesa rossonera. Un paio di cambi ad inizio ripresa, qualche attimo di nervosismo e un paio di ammonizioni, ma le due squadre piano piano si accontentano e decidono di comune accordo di non sbilanciarsi troppo. Solo Zambelli e Juan Antonio provano a fare la differenza, Berardi e Budel quasi non si vedono, Vass è l’interditore unico e dopo un po’ deve lasciare il campo per Martina Rini. Feczesin colpisce prima un palo tutto da solo, servito alla grande ancora da Zambelli, poi anche una traversa, su cross teso del neo entrato Scaglia. All’ultimo minuto utile il numero uno Gori travolge Jonathas in area: il rigore ci poteva stare ma meglio non chiedere troppo.

POST PARTITA – Quello che si è visto alla prima di campionato sembra già un lontano ricordo. Che sia stata la mancanza di Daprelà? Zambelli ci ha provato fino alla fine, Berardi è sembrato un po’ fuori giri. Budel è l’ombra del regista che due anni fa ha trascinato il Brescia in Serie A, Jonathas è bello a vedersi ma le sue giocate sono un po’ fine a sé stesse, Juan Antonio ed El Kaddouri a volte spariscono dal gioco e dalla partita, Feczesin ha sbagliato quattro gol. Forse Caracciolo un paio li avrebbe fatti. E domenica c’è l’Empoli

TABELLINO

NOCERINA-BRESCIA: 1-1

NOCERINA: Gori, Pomante, Di Maio, Di Franco, Scalise, De Liguori, Marsili (’46 Nigro), Bolzan, Catania (’58 Farias), Negro (’76 Plasmati), Castaldo. All. Autieri

BRESCIA: Leali, Zambelli, De Maio, Zoboli (’46 Maglio), Budel, Vass (’70 Martina Rini), El Kaddouri, Juan Antonio (’76 Scaglia), Jonathas, Feczesin. All. Scienza

Marcatori: ’40 Castaldo, ’45 Juan Antonio

LE PAGELLE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocerina-Brescia: 1-1 Un amaro pareggio campano

BresciaToday è in caricamento