Pedofilia, indagato Sereni: dalla Sardegna nuovo rinvio a giudizio

Secondo quanto riportato dalla stampa locale le indagini della Procura di Tempio porterebbero ad un prossimo rinvio a giudizio per Matteo Sereni, ex giocatore di Brescia e Torino, con l'accusa di pedofilia e pedopornografia

Matteo Sereni in azione, con la maglia del Brescia

Una vicenda che comincia ad avere i suoi anni ma che, in linea perfetta con i tempi della giustizia italiana, non sembra destinata a chiudersi in tempi brevi. Protagonista l’ex portiere del Brescia Matteo Sereni, nel 2010 accusato dalla ex moglie Silvia Santoro (procuratore legale) di abusi su minore, e poi denunciato alla Procura di Genova.

Le indagini si conclusero con un’archiviazione anticipata a cui seguì però un trasferimento in terra sarda, alla Procura di Tempio, considerata zona di competenza perché proprio a Porto Cervo sarebbe avvenuto il ‘fattaccio’. Sono passati quasi tre anni e il fascicolo è riaperto: nuovi indizi e nuove testimonianze, e l’ex numero uno di Lazio e Torino torna sul banco degli imputati con un’accusa gravissima.

Secondo quanto riportato dai quotidiani locali infatti Sereni sarà presto rinviato a giudizio per pedofilia. Come se non bastasse, lo coinvolge un’indagine parallela in cui tra gli accusati sarebbero anche il fratello Giacomo (ex giocatore di basket) e un imprenditore di Vercelli: l’accusa, in arrivo stavolta da Cagliari, sarebbe di pedopornografia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Svolta per entrare in azienda e viene centrato da un'auto: addio a camionista 48enne

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Focolaio colpisce alcune famiglie in paese: decine di contagi

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento