Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Marek Hamsik ricorda il Brescia: “Il Milan mi ha cercato anche allora”

Protagonista di una lunga telenovela di calciomercato il calciatore slovacco sembra destinato a vestire la maglia del Napoli anche nella prossima stagione. Il primo gol con le Rondinelle lo ha realizzato proprio contro il Milan, che lo ha corteggiato fino ad oggi

Marek Hamsik è stato il protagonista di una lunghissima telenovela di calciomercato, inseguito in lungo e in largo dal Milan di Massimiliano Allegri, il primo candidato a vestire la maglia rossonera e il primo ad essere accostato alla fantomatica figura di Mister X che ora però sembra corrispondere a Cesc Fabregas. In una lunga intervista concessa al Corriere dello Sport, il centrocampista slovacco ha parlato del suo passato e del suo futuro, con la maglia del Napoli, e ha ricordato la sua prima rete con la casacca delle Rondinelle, proprio contro il Milan in Coppa Italia, nel gennaio del 2006.

Arrivato a Brescia si fa subito notare, sceglie il numero 17 (che usa ancora oggi), e segna il suo primo gol con i rossoneri. Nel primo anno in Serie B gioca 24 partite, poi esplode definitivamente nella stagione 2006/2007, quando in 40 partire realizza ben dieci gol, alcuni dei quali ancora oggi memorabili. Il trasferimento al Napoli è stato un vero affare per i partenopei, che si coccolano un campioncino dalle grandi prospettive.

Poco prima di lasciare Brescia però il primo contatto con il Milan. “Ci vogliono almeno cinque milioni”, dichiarò a suo tempo Gino Corioni, cifra che al Milan di allora era sembrata fin troppo alta. Il Napoli invece non ci pensò due volte e ora è pronto a dichiararlo incedibile: “E’ stato il trasferimento che mi ha consentito di maturare ed esplodere – ha detto Hamsik – A Napoli ho trovato l’ambiente ideale per diventare un campione vero”. E gli anni a Brescia? “Non posso dimenticarli, devo tanto al club e a tutti gli allenatori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marek Hamsik ricorda il Brescia: “Il Milan mi ha cercato anche allora”

BresciaToday è in caricamento