Lega Pro: il Lumezzane alla promozione ci crede davvero

Secondo giorno di ritiro per la squadra di mister Davide Nicola. Una campagna acquisti azzeccata, tanti giovani di prospettiva e un attaccante di esperienza, per tentare il nuovo assalto alla promozione in Serie B: "Realismo e ambizione"

La rosa 2011-2012

Secondo giorno di ritiro per l'AC Lumezzane tra le montagne dell’Alta Val Pusterla, a Dobbiaco. Doppia seduta di allenamenti per trovare la condizione migliore in vista delle non troppo lontane partite ufficiali, la prima delle quali già il 7 agosto nei primi turni della Coppa Italia Tim Cup. Qualcosa è cambiato nello staff e nell’organigramma, ma la conferma di mister Davide Nicola ha un significato preciso: i risultati dello scorso anno (50 punti ottenuti sul campo meno i tre di penalizzazione), quando la squadra ha sfiorato i play off, possono essere ripetuti e ovviamente migliorati. “Realismo ma anche ambizione – aveva dichiarato Nicola ai primi di luglio – Abbiamo perso giocatori importanti ma sono arrivati sostituti all’altezza. Io ho fiducia nel lavoro della nostra società”.

Conferme importanti come Bradaschia, “atteso dalla definitiva esplosione”, Ferrari e poi Emerson, capitano per il secondo anno consecutivo e “giocatore straordinario che può fare la storia del club”. Come già anticipato la squadra è stata ulteriormente ringiovanita da una serie di colpi di mercato, sotto il sole di luglio e sotto l’abile direzione del ds Luca Nember. Prima di tutto in porta con due giovani promesse del 1991, Francesco Rossi dall’Atalanta (a titolo temporaneo) e Alberto Brignoli dal Montichiari (prestito con diritto di riscatto), poi la certezza del rinnovo della comproprietà Alessio Luciani, talentuoso difensore che ha già fatto il suo esordio nella nazionale italiana Under 20.

Ma lasciamo spazio ai volti nuovi, lo svedese Andrè Mollestam, nato nel 1991 e in arrivo (svincolato) dalla Superettan, la Serie B di Svezia, e il giovane Francesco Sabatucci, terzino sinistro lo scorso anno in forza all’Atletico Roma, poi il centrocampo: Filippo Fondi potrà fare la differenza, acquistato a metà dal Lume e a metà dal Chievo, lo scorso anno al Foligno, e il combattente Bertrand Baraye Yves dal Senegal, già definito come un inesauribile corridore, e il grande colpo per l’attacco, Mirco Gasparetto. Classe 1980, di proprietà del Chievo, ha giocato in A e in B, è passato anche da Pisa, nella stagione 2010-2011 ha vestito la maglia della Cremonese.

Domenica pomeriggio alle 17 la prima amichevole stagionale, contro i dilettanti dell’Alta Val Pusterla. Ad agosto sfide di lusso, con Atalanta e Chievo Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento