menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La bomba della strage

La bomba della strage

FeralpiSalò-Lecce: uno striscione contro la strage di bambini in Siria

Dopo la strage di bambini in Siria, avvenuta in un parco durante una partita di calcio, la Lega Pro si unisce ai verdeblù per i diritti dei bambini

Salò. Un’iniziativa per il diritto al gioco. La Lega Pro si unisce alla FeralpiSalò dopo la strage in Siria: più di 10 bambini uccisi, in un raid aereo delle forze lealiste nel villaggio di Deir al-Asafir, 12 chilometri ad est di Damasco.

Dilaniati in un campo da calcio, mentre giocavano. Un aereo di Assad ha sganciato una bomba a grappolo in una pausa degli scontri durante la quale i piccoli ne avevano approfittato per uscire all’aria aperta.

In occasione di FeralpiSalò-Lecce, i bambini del Settore giovanile verdeblù sfileranno con uno striscione per rivendicare il diritto ad essere bambini. Il diritto al gioco.
 
Campeggerà la frase: “A grappoli, sui campi di calcio, vogliamo solo i gol”, per esprimere la vicinanza ai coetanei che vivono nella guerra civile, spesso presi come bersaglio mobile e facili prede.
 
L’iniziativa è in collaborazione con la Lega Pro e proprio in occasione della cena di Natale della società gardesana verranno raccolti dei fondi da destinare ad un’importante onlus a livello mondiale.
 
Siamo sempre propensi a fare del bene, consci dei nostri limiti – spiega il Direttore generale Marco Leali -: la campagna contro il maltrattamento degli animali, la donazione dell’incasso alle popolazioni liguri colpite dall’alluvione l’anno scorso, la formazione Berretti che dona i fondi delle multe ai bambini dell’Uganda e la Prima Squadra che li segue, dandoli alla Croce rossa locale. Quest’anno anche la partecipazione all’evento “Una maglia per la vita”, in cui venivano vendute all’asta le maglia, tra cui la nostra, per un’associazione che cura i bambini spastici. Il presidente Pasini crede che lo sport, tra contraddizioni ed esagerazioni, debba sfruttare la visibilità per fare solidarietà a chi è meno fortunato. E noi siamo felici di farlo”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento