Non c'è due senza tre: Fernandez rimane al Basket Leonessa

Il playmaker in biancoblu anche per la prossima stagione: "Brescia ormai è casa mia, per questo sono molto contento di continuare la mia esperienza in questa città"

Juan Fernandez

Non c'è due senza tre. Juan Fernandez disputerà la terza stagione della sua carriera, la seconda consecutiva, con la maglia del Basket Brescia Leonessa. E dopo una finale e una semifinale playoff, l'obiettivo è portare ancora una volta in alto la Leonessa dei canestri.

"Al termine della scorsa stagione avevo detto che la mia prima scelta sarebbe stata quella di rimanere a Brescia - il commento di Juan -, innanzitutto per me stesso e per il progetto tecnico, poi per la mia famiglia, visto il momento così importante che stiamo vivendo. Brescia ormai è casa mia, per questo sono molto contento di continuare la mia esperienza in questa città. Gli altri rinnovi? Sicuramente non hanno fatto altro che aumentare la mia consapevolezza che restare qua era la scelta giusta: il coach, Citta, Marco e Mirza saranno elementi fondamentali della nuova squadra, sia come giocatori sia come persone con cui mi sono trovato molto bene lo scorso anno",

Come sarà campionato? “Ancora più duro - non esita a rispondere il playmaker -, soprattutto perché sembra ci sarà una sola promozione con un numero molto più elevato di squadre, il doppio dello scorso anno. Ma io rimango a Brescia per vincere, anche perché se nelle mie precedenti stagioni ho conquistato una finale e una semifinale, quest'anno non voglio certamente fare di meno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento