Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Iachini: «Quest'anno ci sarà anche il Brescia tra le favorite»

«In pole position metto la Sampdoria, - pronostica il mister - è appena retrocessa, ha un pubblico incredibile, ha voglia di riscatto. Subito dopo viene il Brescia, che da tradizione fa bene in serie B»

Per Beppe Iachini quest’anno sarà un anno d’attesa, nessuna panchina su cui portare la sua passione per il calcio. Primo o dopo succede a qualsiasi allenatore. Intanto, prendendo il sole sulla sabbia delle sue adorate Marche, guarda da osservatore esterno il prossimo campionato di serie B, prossimo a iniziare: «Anche quest'anno sarà contrassegnato da un grande equilibrio, – dichiara il coach – le favorite sono 6-7 e in questo pacchetto comprendo anche le 3 retrocesse per blasone e voglia di riscatto. Può sembrare strano, con l'inizio del campionato alle porte, il giudizio sul valore delle squadre è incompleto. Il mercato, si sa, è fermo e solo nelle ultime giornate si muoverà con decisione, portando le novità maggiori nelle rose. Ma così va il calcio e ormai anche gli allenatori sono abituati a lavorare in queste condizioni».?

 «In pole position metto la Sampdoria, – continua Iachini, con un primo pronostico – è appena retrocessa, ha un pubblico incredibile, ha voglia di riscatto. D'accordo, finora non è stata brillante ma serve tempo. Ripartire da una retrocessione non è mai facile. Ma anche il Torino quest’anno ha le carte in regola per farcela. E insieme alla Sampdoria mi sembra che abbia qualcosa in più delle altre. Ha un allenatore bravo ed esperto come Ventura, un gruppo di giocatori di valore e una piazza che ti può dare una grande carica, vogliosa com'è di tornare a respirare il grande calcio».?

E il Brescia?: «Viene subito dietro e vi assicuro che non è un pronostico dettato dal cuore. Sì, lo so che il presidente Corioni ha ridimensionato, che stavolta punterà sui giovani, che la squadra è incompleta. Ma io sono certo che, alla fine, tutto si metterà a posto e il Brescia, come da tradizione in serie B, lotterà per i primi posti. Sono rimasti giocatori come Budel e Cordova, come Zambelli e Arcari. Ci sono giovani di valore che conosco benissimo: Paghera l'ho fatto debuttare io che non avevo nemmeno 18 anni. E poi Magli, De Maio che con me ha sempre fatto il titolare, Salamon, Martina Rini. Gente che ha qualità e che, in questi anni, è cresciuta. E Feczesin-Jonathas è una coppia ben assortita».?

Infine, una scelta di cuore, il Pescara di Zdenek Zeman: «È un bene per tutto il calcio che Zeman sia tornato a certi livelli. Mi piace sia come persona per la sua moralità che come allenatore. Fa il 4-3-3 che io ho usato a Verona, quando ho vinto il campionato con il Chievo, e prima ancora a Piacenza, quando con una squadra costata poco arrivai quarto dietro Juventus, Napoli e Genoa. Credo che andrò spesso all'Adriatico».?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iachini: «Quest'anno ci sarà anche il Brescia tra le favorite»

BresciaToday è in caricamento