Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Pompiano-Capriano: insulti razzisti, cartellino rosso da 17 giornate

Insulti da una parte e dall'altra e una doppia espulsione diretta: è successo tra Pompiano e Capriano di Terza Categoria, i protagonisti un italiano e un ghanese. Ma le società annunciano ricorso

Si chiama Boateng e viene dal Ghana. Ma non milita in Germania, nello Schalke 04, né tantomeno ha mai indossato la casacca rossonera. Tarik Boateng gioca nel Pompiano, girone C Terza Categoria campionato Dilettanti, protagonista dell’ennesimo episodio di razzismo sui ‘campetti’ da calcio: insieme al suo avversario, Manuel Maestrini in forza al Capriano, si sono ‘guadagnati’ 17 turni di squalifica.

ORATORIO DON BOSCO, RISSA TRA GENITORI ALLA PARTITA DI CALCIO DEI BAMBINI

Quattro al ghanese e tredici all’italiano: provocazione su provocazione, il battibecco si è trasformato in uno scontro fisico, che per entrambi è significata l’espulsione e il rosso diretto. Le due versioni, ovviamente, non combaciano: a muovere il primo insulto sarebbe stato proprio il ghanese, in una sorta di ‘razzismo al contrario’.

Il Maestrini del Capriano infatti ha la pelle un po' 'abbronzata', tanto che i compagni di squadra lo chiamano scherzosamente "il cubano". A lui il primo insulto, addirittura un “negro di m..”, a cui poi avrebbe risposto con un insulto speculare.

L’arbitro li vede, e li sente (forse solo a metà), estrae il cartellino e lo agita due volte. Squalifica confermata, in attesa di un ricorso che sicuramente arriverà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompiano-Capriano: insulti razzisti, cartellino rosso da 17 giornate

BresciaToday è in caricamento