rotate-mobile
Sport

Poker di vittorie (e debutti) alla prima stagionale: l’Active Handbike team la Leonessa va già fortissimo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Neanche il tempo di iniziare la nuova stagione e il (lungo) elenco delle vittorie targate Active Handbike Team La Leonessa deve già essere aggiornato ben quattro volte. Merito del poker di primi posti arrivato da Carate Brianza, dove nell’Handcycling Race organizzata dalla società Piccoli Diavoli 3Ruote che ha inaugurato il 2022 nazionale dell’handbike, la società bresciana si è presentata con 17 atleti e ne ha portati ben 6 a podio, confermando subito gli straordinari risultati della scorsa annata.

A chiudere al primo posto la solita Simona Canipari, campionessa del mondo in carica nella categoria WH1, e tre uomini: Giuseppe Uberti nell’MH1, Omar Rizzato nell’MH2 e Mirko Testa nell’MH3, categoria che ha visto il 25enne atleta bergamasco spuntarla in volata sul rivale Martino Pini, dopo un testa a testa lungo 1 ora e 10 minuti, e risolto solo al fotofinish per appena 80 centesimi. Una vittoria che ripaga subito gli sforzi di Testa, dopo la lunga preparazione invernale alle Canarie seguita dai raduni con la nazionale, e ne lancia un 2022 che lo vedrà rincorrere traguardi importanti sia a livello italiano sia nelle gare internazionali, col sogno di accaparrarsi un pass Paralimpico per Parigi 2024.

Sul podio anche Mirko De Cortes, che ha chiuso al secondo posto fra gli MH5 mancando per un soffio il successo, e Giannino Piazza, terzo fra gli MH1. Da segnalare ben quattro debutti con la divisa dell’Active Handbike Team La Leonessa: quelli di Franco Tonoli (ottimo 5° nell’MH4), degli MH3 Fabrizio Falappi e Marco Dagnoni, e di Marco Colombo, presidente di Active Sport, che ha partecipato per la prima volta a una gara, dopo averne seguite tantissime da spettatore interessato.

“È proprio dei nuovi arrivati – dice capitan Sergio Balduchelli – che sono più orgoglioso: hanno fatto un figurone, così come tutti i loro compagni di squadra, dal primo all’ultimo. È stata una bellissima gara, e il modo ideale per inaugurare la nuova stagione”. Una stagione che vedrà gli atleti Active impegnati in almeno una ventina di appuntamenti, fra Italia, vari paesi europei e anche il Canada, dove ad agosto Simona Canipari proverà a difendere le due medaglie d’oro (in linea e a cronometro) conquistate nel 2021 in Portogallo. “Gli impegni sono sempre più numerosi e prestigiosi – dice ancora Balduchelli –, quindi per aiutare i ragazzi a compiere un ulteriore salto di qualità abbiamo da poco deciso di inserire nel team un nuovo direttore tecnico, Luka Kovic. Si tratta di una figura di grande esperienza, che lavora anche per la nazionale slovena e ha una conoscenza enorme del mondo handbike e di tutte le sue sfaccettature. Ci darà quel plus che ci serve per migliorarci ancora”. Domenica 27 marzo, a Salizzole (Verona), la seconda gara stagionale per l’Active Handbike Team La Leonessa, ultimo test prima della tappa inaugurale del Giro d’Italia, al via da Bari il 3 aprile. Handcycling Race – Carate Brianza (MB).

Tutti i risultati degli atleti dell’Active Team La Leonessa Cat. WH1 – 1° Simona Canipari Cat. MH1 – 1° Giuseppe Uberti, 3° Giannino Piazza Cat. MH2 – 1° Omar Rizzato, 4° Oscar Signorini Cat. MH3 – 1° Mirko Testa, 14° Bernardo Pasinetti, 17° Fabrizio Falappi, 18° Marco Colombo, 20° Marco Dagnoni Cat. MH4 – 5° Franco Tonoli, 6° Alessio Scutteri, 8° Claudio Zana, 9° Ivano Marangoni, 13° Mauro Pizzi, 14° Mattia Guerini Cat. MH5 – 2° Mirko De Cortes

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poker di vittorie (e debutti) alla prima stagionale: l’Active Handbike team la Leonessa va già fortissimo

BresciaToday è in caricamento