Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport Mompiano

Grosseto-Brescia 2-0: crisi nera biancoblu, 2 punti in 5 gare

Rondinelle sconfitte anche in Toscana, nelle ultime cinque partite solo due punti. Crisi nera in attacco ma crisi nera in difesa, una crisi complessiva di identità. Ma niente processi, il campionato è lungo. Serve pazienza

La festa dei tifosi dopo il 2 a 0

Terza sconfitta in cinque partite, due punti conquistati e zero gol fatti nelle ultime due uscite. Bilancio più che negativo per il Brescia di Beppe Scienza, sconfitto 2 a 0 anche oggi pomeriggio in casa del Grosseto, in una di quelle partite che sarebbero da vincere e che invece si è meritato di perdere. Il Brescia non c’è più, o almeno non si fa vedere, e nel corso del match subisce passivamente le iniziative dei padroni di casa, nonostante il possesso palla sia quasi doppio. Alla fine stupisce (ma non troppo) il fatto che Nicola Leali sia ancora il migliore tra le Rondinelle, in emergenza difesa (nel primo tempo esce anche Zambelli) e in emergenza attacco, perché di gol non se ne fanno, e di tiri in porta nemmeno.

IL MATCH – Segnaliamo subito, per non dimenticarci, le due conclusioni di Omar El Kaddouri, una al ‘5 del primo tempo e una al ‘5 della ripesa: la prima dopo un pregevole scambio con Feczesin, ma è bravo Narciso, la seconda dopo una buona serie di passaggi, un tiro potente ma fuori misura. Il possesso palla è tutto biancoblu, la concretezza invece è biancorossa: subito Moretti, poi il vantaggio di Sforzini con il suo pezzo forte, il colpo di testa, su grande assist di Caridi, il migliore di tutti. Nel finale di tempo un’altra grande occasione per il Grosseto su corner, Scaglia sfiora l’autogol e Leali risponde pronto.

Ripresa con El Kaddouri in avanti, poi ancora Grossetto ed è (quasi) subito raddoppio, dopo un quarto d’ora. Lungo lancio che pare innocuo, dormita della difesa che sbaglia il fuorigioco, e sbaglia posizione, Caridi in area salta comodo Berardi e Leali per il 2 a 0 del definitivo ko. Se prima c’era poco Brescia, dopo il raddoppio le Rondinelle scompaiono: inutili i cambi, inutili le vane verticalizzazioni, inutili le urla del mister. Clamoroso l’errore di Jonathas a metà secondo tempo, dopo un buon lancio di Salamon e la bellissima sponda di Feczesin: il giovane brasiliano tenta il pallonetto, come se fossimo al campetto, come se stessimo vincendo facile.

POST PARTITA – Vale la pena ricordare che nel finale il Grosseto sfiora più volte il tris? Non c’è bisogno di infierire, il risultato parla da solo. I ragazzi sono tutti giovani, si innervosiscono facilmente quando le cose non vanno proprio bene, sono pur sempre essere umani. Ma di questo si è già discusso, questo già lo sappiamo. Ora bisogna stare però attenti, perché la Serie B ha la classifica corta: ci vuole poco a stare a ridosso della promozione, ci vuole ancora meno a stare a ridosso della retrocessione.

LE PAGELLE

LA CLASSIFICA

TABELLINO

GROSSETO-BRESCIA: 2-0

GROSSETO: Narciso, Petras, Padella, Olivi, Giallombardo, Moretti (’67 Consonni), Ronaldo, Crimi, Caridi (’81 Alessandro), Sforzini, Gerardi (’63 Alfageme) All. Ugolotti

BRESCIA: Leali, Zambelli (’43 Dallamano), De Maio, Berardi, Daprelà, Salamon, Vass (’67 Cordova), El Kaddouri, Scaglia, Jonathas, Feczesin (’78 Ramos) All. Scienza

Marcatori: ’21 Sforzini, ’60 Caridi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grosseto-Brescia 2-0: crisi nera biancoblu, 2 punti in 5 gare

BresciaToday è in caricamento