Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Giro: dopo lo stop di oggi, a rischio anche la 20/a tappa

Anche domani previste nevicate da quota 1000 metri. Possibili modifiche da parte degli organizzatori. L'arrivo alle Tre Cime di Lavaredo (2.304 m) è sempre più improbabile

Il passo del Tonale a mezzogiorno di oggi

Dopo la decisione di annullare la tappa di oggi a causa del maltempo, neve e gelo sia su Stelvio che sul percorso alternativo che prevedeva comunque il passaggio dal passo del Tonale, a questo punto è da considerare a rischio anche la 20/a tappa di domani, da Silandro (Schlanders), in provincia di Bolzano, alle Tre Cime di Lavaredo (Belluno).

Sembra molto difficile, se non impossibile - viste le abbondanti nevicate che si stanno abbattendo nelle ultime ore anche a quota mille metri nel comprensorio altoatesino - l'attraversamento del Passo Costalunga (1.745 metri), del Passo San Pellegrino (1.918 metri), del Passo Giau (2.236 metri), del Passo Tre Croci (1.805) e l'arrivo sulle Tre Cime di Lavaredo (2.304 metri).

Giro d'Italia: neve e gelo sul Tonale

La tappa di domani è lunga 203 chilometri. Il percorso potrebbe subire radicali modifiche da parte dell'organizzazione. A quel punto resterebbe solo la 21/a tappa, in programma domenica, da Riese Pio X (Treviso) a Brescia, per un totale di 197 chilometri.

Attualmente la maglia rosa di leader della classifica generale è saldamente sulle spalle di Vincenzo Nibali che ha un vantaggio di 4'02" sull'australiano Cadel Evans, 4'12" sul colombiano Rigoberto Uran Uran e 5'14" su Michele Scarponi. Ieri il messinese ha dato uno scossone fortissimi alla graduatoria, imponendosi prepotentemente nella cronoscalata da Mori a Polsa, lunga poco più di 20 chilometri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro: dopo lo stop di oggi, a rischio anche la 20/a tappa

BresciaToday è in caricamento