La grande festa della Feralpi Salò: «La salvezza? Un miracolo sportivo»

Una stagione lunghissima e la salvezza raggiunta all'ultima giornata, al termine di una partita giocata con la rabbia e con i denti, una vittoria meritata che vale tutta una stagione. Domani la grande festa per le vie di Salò

Fonte: Facebook

Vale la pena dirlo, sportivamente parlando: miracolo a Salò. Questo è quanto, due giorni dopo la festa salvezza che non si ferma, la Feralpi Salò batte ogni pronostico di inizio stagione e si salva in via diretta, senza passare dai maledetti playout. “Due mesi fa eravamo a nove punti dalla salvezza diretta – ha detto un raggiante Giuseppe Pasini – Nessuno credeva a una rimonta simile. Ma dentro di noi ci speravamo, speravamo di recuperare il terreno perduto. E alla fine ci siamo riusciti, abbiamo compiuto l’impresa”.

VIRTUS LANCIANO-FERALPI SALO': OBIETTIVO RAGGIUNTO, STORICA SALVEZZA

Un’impresa che va divisa equamente, tra tutti i ragazzi e non ultimo con mister Remondina. “E’ stato come vincere il campionato, meglio di una promozione – continua Pasini – E domani saremo tutti a festeggiare, insieme alla città. Il futuro? Speriamo di disputare un 2012-2013 meno sofferto”. Grande protagonista anche Emiliano Tarana, capocannoniere con dieci reti, tonde tonde: “Nessuno ci ha mai regalato nulla – spiega il bomber – Eppure noi abbiamo sempre creduto nella salvezza diretta. La società non ci ha fatto mancare niente, e Remondina è stato bravissimo a tenerci compatti”.

E il mister che ne pensa? Una gioia incontenibile. “Dopo lo 0 a 3 con il Pergocrema ci davano per morti – racconta Remondina – Invece tutti hanno remato nella stessa direzione, abbiamo compiuto l’impresa. E tra i tanti protagonisti non escludo Claudio Rastelli”. Esonerato forse troppo presto ma comunque indimenticato fabbro che questa squadra un po’ la forgiata. Per qualche giorno poi, è meglio non pensare allo stadio, rinviare le discussioni e rinviare le polemiche.

GUARDA IL VIDEO

feralpi young-2

Altre parole per le altre squadre bresciane in Lega Pro. Il Lumezzane resta lì, ancora una volta, sospeso a metà classifica, non troppo lontano dai playoff ma nemmeno troppo lontano dai playout. A Montichiari invece è andata come forse doveva andare, e la retrocessione con gli occhi di oggi, con il senno di poi, non poteva che essere inevitabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento