Il trequartista extralarge Felipe Sodinha saluta il mondo del calcio

Il calciatore che fino alla scorsa stagione indossava la maglia del Brescia ha deciso di interrompere la sua carriera a causa di alcuni problemi alle ginocchia

Sodinha con la maglia del Brescia

«È arrivato il momento di fare quello che mai avrei voluto fare: dire basta, dire addio, addio ad un sogno, un sogno che ho sempre portato nel cuore da quando ho cominciato a camminare». Inizia così la lettera di addio — postata sul suo profilo Facebook — di Felipe Sodinha, centrocampista extralarge che fino alla scorsa stagione ha indossato la maglia delle rondinelle (sessantuno presenze, cinque reti).

Un vero mastino: 175 centimetri per 87 chilogrammi. Era l'incarnazione degli appassionati di calcio: un uomo che nonostante il fisico non proprio atletico era riuscito a dire la sua in Serie B. Una stazza importante e insensibile a ogni tentativo di dimagrimento.

La causa del suo abbandono è legata ai tanti problemi alle ginocchia. Sodinha tornerà in Brasile e probabilmente inizierà una carriera legata al calcio, come procuratore.

Di seguito il suo pensiero, per esteso.
«È arrivato il momento di fare quello che mai avrei voluto fare: dire basta, dire addio, addio ad un sogno, un sogno che ho sempre portato nel cuore da quando ho cominciato a camminare. La vita ti mette davanti a tanti ostacoli: diverse volte li ho superati, ma questa volta mi tocca gettare la spugna. Nella mia vita ho dovuto affrontare cose che non auguro a nessuno, le critiche che ho ricevuto diverse volte da persone che non hanno la minima idea della sofferenze che ho avuto, mi hanno sì ferito in un primo momento, ma mi hanno anche fatto diventare più forte, ma non è bastato. È con grande dispiacere che lascio il calcio giocato. Con tanti rimpianti, ma allo stesso tempo felice per le grandi soddisfazioni che questa avventura mi ha regalato. Ringrazio di cuore tutti i miei tifosi e fans, da Udine a Bari, passando per Pagani, Portogruaro, Brescia e nonostante i soli sei mesi Trapani. Un grande abbraccio a tutti, che Dio vi benedica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento