menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esa con SchermaBrescia e The Circle: "Una stoccata per riprendersi la vita"

Continua la collaborazione a favore delle donne colpite dal cancro al seno. Tania Amodio di SchermaBrescia: “Spero di riuscire a fare del bene, trasmettendo la mia passione alle donne pronte a rimettersi in gioco”

Un affondo di spada per sconfiggere la malattia: da ottobre 2017 ha preso il via “Una stoccata per riprendersi la vita”, un progetto ideato da ESA, associazione per “l’educazione alla salute attiva”, sviluppato insieme alla blasonata società schermistica bresciana SchermaBrescia. 

Si tratta di un progetto multidisciplinare, studiato per recuperare al meglio la propria autostima e la mobilità del proprio corpo ferito da interventi per la cura del cancro al seno, dando la possibilità di misurarsi in una nuova attività divertente che, soprattutto a livello psicologico, aiuta ad affrontare al meglio e con maggior coraggio la lotta alla malattia. L’iniziativa prevede un corso di avviamento alla scherma per le donne che fanno parte dell’associazione, con un maestro d’eccezione: il campione olimpico Andrea Cassará.

Con l’occasione del campionato regionale assoluto di scherma organizzato in città, domenica 25 marzo è avvenuta la consegna ufficiale delle divise donate dall’associazione no-profit “The Circle Italia”, la quale ha deciso di collaborare alla realizzazione del progetto fornendo materiale utile per le aspiranti schermitrici ESA. 

“Sono felice di poter collaborare con associazioni importanti quali ESA e The Circle, fin da subito ho apprezzato la grinta delle organizzatrici Nini Ferrari e Cristina Lanzani. Essendo donna ed atleta ‘lottatrice’, non posso far altro che appoggiare con immenso piacere questa meravigliosa idea. Spero di riuscire a fare del bene, trasmettendo la mia immensa passione alle donne che avranno voglia di distrarsi e mettersi in gioco, insieme ai miei colleghi Nicola Comincini e Daniele Gelmi”: queste le parole dell’atleta spadista Tania Amodio, responsabile coordinatrice del progetto all’interno della società Schermistica bresciana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento