Scavano per sistemare il campo da rugby, sotto terra spunta una discarica

L'amara scoperta di tecnici e operai impegnati nella riqualificazione del campo da rugby di Botticino: dal terreno è spuntata una discarica

Tutto fermo allo stadio del rugby di Botticino: mentre gli operai erano al lavoro per la riqualificazione del campo, dal terreno sono emersi vari cumuli di rifiuti, tombati sotto l'erba e di cui nessuno era a conoscenza. Per questo i lavori hanno subito un imprevedibile e brusco stop, in attesa che venga predisposto un apposito piano di smaltimento.

Una discarica sotto l'erba?

Tecnici e operai là sotto hanno trovato un po' di tutto: scarti di edilizia, inerti e bitume, cisterne e bidoni vuoti, perfino fili e quadri elettrici, pure dell'amianto. Davvero un'amara sorpresa, che ha costretto all'immediata interruzione dei lavori: il cantiere era stato avviato in estate, con l'obiettivo di riqualificare il campo da gioco utilizzato per il rugby, come richiesto dalla Fir, la Federazione italiana, l'installazione di nuove torri-faro per il gioco quando fa buio, oltre che una nuova piastra polivalente da utilizzare per il basket e la pallavolo.

Un investimento importante, di quasi 700mila euro: a questi però dovranno aggiungersi almeno altri 200mila euro, i soldi che si prevedono potrebbero servire per lo smaltimento e la bonifica del terreno in cui sono stati scoperti rifiuti speciali e anche pericolosi. Per adesso, tutto è ancora fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento