Sport

Dario Bonetti esonerato dallo Zambia reclama un milione di dollari

Il recordman delle squalifiche della Serie A allontanato a sorpresa dalla nazionale africana, dopo averla portata alla qualificazione per la prossima Coppa d'Africa. Sabato l'ultima partita, 0 a 0 contro la Libia

Il bresciano Dario Bonetti non è più il commissario tecnico dello Zambia, nazionale africana che allenava ormai dal 2010. Quello che è un po’ clamoroso è la decisione della Federazione, in arrivo in concomitanza con il raggiungimento del primo obiettivo prefissato ai tempi della firma del contratto, la qualificazione alla Coppa d’Africa edizione 2012, ottenuta con il pareggio a reti inviolate di sabato pomeriggio contro la Libia.

Bonetti è uno dei tanti girovaghi del pallone, dal 1978 (anno dell’esordio con il Brescia) al 1993 ha giocato a Roma, a Genova, a Milano e anche a Torino, con due presenze nella nazionale maggiore, per poi intraprendere una lunga carriera da allenatore ancora più girovago, dal Dundee al Potenza, dal Gallipoli alla Dinamo Bucarest, fino in Zambia. Nel campionato di Serie A detiene ancora oggi il record di squalifiche, 39 giornate.

“Non pensiamo che possa continuare ad allenare la squadra – ha tuonato il presidente della Federazione Calcio dello Zambia Kalusha Bwalya – Lo ringraziamo per il lavoro svolto ma noi abbiamo intenzione di qualificarci ai prossimi Mondiali”. Il contratto di Bonetti era in scadenza nel 2012 ma con opzione per il rinnovo in caso di qualificazione alla Coppa d'Africa. La Federazione ha poi aggiunto di non voler corrispondere al bresciano di San Zeno Naviglio quello che rimane del suo ingaggio, circa 700mila dollari.

Dario Bonetti ha deciso allora di fare ricorso alla Fifa, precisando le ragioni della sua richiesta e aggiungendo ad essa circa 400mila dollari per i suoi due più fedeli collaboratori. “Sono molto felice di come ho lavorato, con i giocatori e con lo staff – queste le sue parole di commiato – Voglio che i ricordi di questa esperienza non siano scalfiti da problemi sulla risoluzione del contratto”.

“Ringrazio il Governo, ringrazio la gente. In Zambia tutte le persone che ho incontrato sono state gentili e amichevoli, mi hanno accolto come se fossi sempre stato qui. Non posso che ringraziarli per la loro ospitalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dario Bonetti esonerato dallo Zambia reclama un milione di dollari

BresciaToday è in caricamento