Martedì, 22 Giugno 2021
Sport Viale della Bornata, 123

La Coppa d’Oro presentata a Brescia: «Spettacolo sulle Dolomiti»

Il 30 agosto prenderà ufficialmente il via la gara, con partenza a Cortina d’Ampezzo: tra Pordoi, Fedaia e Giau un viaggio senza tempo sulle montagne d’Italia. Iscrizioni aperte fino al 15 giugno

La nuova edizione della Coppa d’Oro delle Dolomiti è stata presentata a Brescia, nel corso di un incontro riservato ai collezionisti d’auto d’epoca e alla stampa. Nata come gara di velocità nel 1947, la Coppa d’Oro è ancora oggi un grande evento internazionale FIA di regolarità classica per auto d’epoca, da quest’anno organizzata dalla Meet Comunicazione di Alessandro Casali, già Presidente del Comitato Organizzatore della Mille Miglia.

L’evento si svolgerà come da tradizione il primo weekend di settembre (dal 30 agosto al 1° settembre) con partenza e arrivo a Cortina d’Ampezzo. Alla gara possono partecipare le vetture costruite dal 1919 al 1961, ma in questa edizione ci sarà anche una categoria speciale riservata alle vetture costruite dal 1962 al 1965, ritenute di particolare interesse storico, perché modelli rari o dal grande passato agonistico che verranno valutate in una classifica a parte.

Per poter partecipare bisogna iscriversi online su www.coppadorodelledolomiti.it entro e non oltre il 15 giugno.

Il 30 agosto prenderà ufficialmente il via la gara, anticipata dal momento della “punzonatura” in Corso Italia. Da qui partirà l’emozionante avventura che si snoderà lungo un percorso di circa 500 Km che alternerà salite e discese: si passerà da punte minime di 325 metri con il passaggio a Feltre, al picco di 2.239 metri del passo Pordoi, nel cuore delle Dolomiti.

Numerosi i punti che metteranno a dura prova l’abilità dei drivers: si va dalla salita più ripida del Passo Fedaia che supera i 2mila metri al punto più difficile, lo strettissimo Passo Duran. Non mancheranno inoltre i passaggi in punti di particolare bellezza come i Serrai di Sottoguda e il Passo Giau, nell’incantevole scenario delle Dolomiti, dichiarate dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Quest’anno la tappa intermedia sarà in Alto Adige, a Merano, dove gli equipaggi si fermeranno a dormire per fare ritorno, il 31 agosto, nella “Regina delle Dolomiti” per la proclamazione del vincitore. Per la consegna della coppa si dovrà, però, attendere il 1° settembre quando si svolgerà la cerimonia di premiazione. Questa edizione della Coppa d’Oro delle Dolomiti sarà dedicata a Giannino Marzotto, vincitore della corsa nel ‘50 recentemente scomparso, e alla sua famiglia di grandi piloti e appassionati di auto d’epoca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Coppa d’Oro presentata a Brescia: «Spettacolo sulle Dolomiti»

BresciaToday è in caricamento