menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una corsa senza tempo, da Darfo a Nauders. La Coppa delle Alpi

Giovedì prende il via l'edizione 2012 della Coppa delle Alpi: quasi 600 km di strade tortuose, passi e valichi alpini, da Darfo Boario Terme fino all'austriaca Nauders, passando per Saint Moritz. Gran finale a Ponte di Legno

La Coppa delle Alpi non si smentisce mai. Se in città e in Provincia ci si lamenta per il freddo e per il ghiaccio lassù la strada la vogliono solo così. Sporca di neve, bagnata e ghiacciata, per mettersi alla prova e per mettere alla prova i rombanti motori d’epoca che animeranno la quattro giorni di percorso, da Darfo Boario Terme all’austriaca Nauders, passando da Saint Moritz e la Val Mustair, con tappa a Bolzano e gran finale a Ponte di Legno.



Una manifestazione che coinvolge appassionati e non, e che anche quest’anno ha fatto registrare più di un centinaio di auto iscritte. Tutte rigorosamente antecedenti al 1971, tutte rigorosamente d’epoca. Tra gli oltre 100 partecipanti si registrano ben nove vetture anteguerra, e una lotta senza sosta tra strade tortuose, valichi strettissimi, prove speciali e paesaggi da brivido.

I favoriti? Sono quattro i nomi che si ripetono. Da Giuliano Canè (Lancia Aprilia) a Bruno Ferrari (Bugatti T37), da Gianmario Fontanella (Porsche 356) a Pier Luigi Fortin (Fiat 600).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento