Gino Corioni scrive a Paroli e Vilardi: “Nuovo stadio? Vogliamo garanzie”

Lettera del presidente del Brescia a sindaco e assessore all'Urbanistica: sempre più a rischio la cittadella dello sport nel Parco delle Cave, lo scetticismo dei costruttori. Ma Paroli risponde: "Siamo fiduciosi, andiamo avanti"

La Cittadella dello Sport si farà o non si farà? L’interrogativo si ripete giorno dopo giorno, e dopo le critiche di ambientalisti e cittadini anche gli altri diretti interessati esprimono qualche perplessità in più sull’area di circa 30mila metri quadri che dovrebbe contenere oltre al nuovo stadio del Brescia Calcio anche un palazzetto con capienza superiore ai 5mila posti a sedere. Il costo non è mai stato segreto, e dovrebbe sfiorare i 100 milioni di euro: 40 milioni abbondanti per il centro sportivo e lo stadio, 15 milioni per il palazzetto, 20 milioni per piscina e pista atletica, 18 milioni circa per la viabilità.

Il progetto, firmato dall’architetto Pablo Cerda Gosselin, corre il rischio di rimanere tale. Il presidente del Brescia Calcio Gino Corioni ha infatti scritto una lettera al primo cittadino Adriano Paroli e all’assessore all’Urbanistica Paola Vilardi, chiedendo maggiori garanzie e una tempistica più concreta. La data utile potrebbe essere il 31 dicembre 2012: se allo scadere del nuovo anno la Cittadella dello Sport non sarà una realtà potrebbe anche scapparci la penale.

E proprio per questo, dall’incontro tra il Gruppo Faustini (che coordina e si occupa della costruzione) e i dirigenti del Brescia Calcio emerge quanto segue: “I lavori sono in forse, niente garanzie al Brescia”. Perché c’è ancora da risolvere la causa sul vecchio Stadium Global Center di Castenedolo, per il quale il Brescia Calcio chiede un risarcimento che si avvicina ai 15 milioni di euro.

Paroli sembra tranquillo, lo stadio, il palazzetto e tutta la Cittadella si farà. “Stiamo lavorando e siamo fiduciosi, c’è la volontà di andare avanti e coinvolgere il Brescia, sia da parte della Loggia che da parte del Gruppo Faustini. Superati i problemi costituiremo il tavolo del progetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento