menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi-ciclabile dalla Valcamonica al lago di Como: il sogno diventa realtà

Al via l'iter burocratico per la progettazione della nuova maxi-ciclabile che dalla Valcamonica raggiungerà la Valtellina e il lago di Como

Un maxi-investimento da oltre 2 milioni di euro (per cominciare) per realizzare l'altrettanto maxi-progetto di una pista ciclabile che collegherà la Valcamonica alla Valtellina, fino ad arrivare al lago di Como, sfruttando le tratte già esistenti, sistemandole e pavimentandole dove serve, e realizzando invece ex novo i tratti mancanti. La conferma dell'avvio dell'iter burocratico è arrivata giovedì mattina, al termine dell'incontro nel Comune di Aprica a cui hanno partecipato, oltre ai padroni di casa, anche i sindaci di Corteno Golgi, Edolo e Teglio, i presidenti delle province di Brescia e Sondrio, l'assessore regionale lombardo Massimo Sertori.

“Quest'opera permetterà di spostare i ciclisti dalle strade trafficate e convogliarli su percorsi a loro dedicati – ha detto Sertori, assessore delegato agli Enti locali, alla Montagna e ai Piccoli Comuni – valorizzando il paesaggio montano e migliorando così l'accessibilità al bosco, per la sua pulizia e per i mezzi di soccorso come pista tagliafuoco. La Regione s'impegnerà a lavorare su questo progetto con l'intenzione di avviare l'iter già nei prossimi mesi”.

Un primo passo è fatto, certo ce ne sono ancora tanti da fare. Intanto vanno inquadrati gli interventi nel dettaglio: l'ipotesi è che la nuova ciclabile possa partire da Edolo, dove si conclude la ciclabile dell'Oglio, per poi proseguire verso Corteno Golgi, raggiungere l'Aprica e Teglio, infine il Sentiero della Valtellina che si collegherà al lago di Como.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento