Una Centomiglia ungherese: Raffica prima di tutti

La barca di Zsolt Kiraly con Roberto Beneamati vince la 61ma Centomiglia del Garda nei Classe Libera davanti ai tedeschi di Wild Lady e ai ragazzi delle scuole veliche a bordo della Grifo. Multicento ai fratelli Sach

Poco vento ma tanto sole per la 61ma edizione della Centomiglia del Garda, la storia regata velica tra le più importanti d’Europa. La grande vittoria la conquista l’imbarcazione ungherese Raffica, condotta dal veronese Roberto Benamati e dallo skipper Zsolt Kiraly, abili a conquistare il vantaggio di sicurezza fin dai primi passaggi alle boe di Campione e di Torbole. Alla fine, con il Pelèr che fa ancora i capricci, Raffica chiude in poco meno di nove ore, con almeno un quarto d’ora di vantaggio sulla barca tedesca Wild Lady, capitanata dal dottor Wolfgang Palm.

Tanti applausi e una piccola ovazione per la Grifo, imbarcazione storica affidata ai giovani, ai ragazzi delle scuole di vela dei laghi di Garda, Idro, Maggiore e addirittura Trasimeno. Se è mancato il vento non è mancato il pubblico, non è mancata la risposta che piace più di tutte, la risposta della gente. “La Centomiglia si è dimostrata ancora una volta un biglietto da visita importante – commenta il presidente del Circolo Vela di Gargnano Lorenzo Rizzardi – per il lago di Garda e per le sue bellezze turistiche, sportive e ambientali”.

La quinta edizione della Multicento Trofeo Giorgio Zuccoli (riservata ai multiscafi) se la aggiudicano i fratelli Sach direttamente dalla Germania, a bordo della loro Intelligence, con una buona mezzora di vantaggio sulla barca (svedese) SWE1 guidata però dal bolzanese Stimpfl. Nelle categorie inferiori (entro 30 piedi e entro 18 piedi) vincono Procar e Latifa.

Quasi 300 imbarcazioni si sono date battaglia sulle limpide acque gardesane per la Centomiglia numero 61 e le sue numerosissime categorie, dai monotipo alle varie Crociera, dai Protagonist agli Asso. Non ci resta che aspettare la prossima edizione.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

  • Lui è in gravi condizioni, rischia di morire: marito e moglie sposi in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento