Calciomercato Brescia: presentati al S. Filippo Corvia e Stovini

Corioni: "Daniele e Lorenzo (Corvia e Stovini, n.d.a.) sono due elementi di grande affidabilità ed esperienza"

Si è svolta questo pomeriggio nella sala congressi del Centro Sportivo San Filippo la conferenza stampa di presentazione dei neo biancazzurri Daniele Corvia e Lorenzo Stovini, alla presenza del Presidente del Brescia Calcio Luigi Corioni e del Direttore Tecnico Luigi Maifredi.

“L’arrivo di questi due calciatori – ha detto il Presidente Corioni – è senza dubbio un valore aggiunto per il Brescia. L’esperienza dei due acquisti ci potrà garantire di far crescere i nuovi e di farli inserire al meglio. Anzi, Corvia e Stovini dovranno sdebitarsi – sorride – per i tanti dispiaceri che ci hanno dato da avversari. Cosa mi ha spinto a prenderli? Avevo detto più volte che tanto per prendere non avrei comprato nessuno. Ma Daniele e Lorenzo (Corvia e Stovini, n.d.a.) sono due elementi di grande affidabilità ed esperienza.”

Il Pres non ha lesinato una stoccata sulla vicenda stadio: “A Brescia ci sono 1.500.000 bresciani, e purtroppo lo stadio non è assolutamente adeguato. Se gli arbitri possono essere condizionati anche dal fattore stadio o più in generale dall’ambiente? Non saprei… La cosa certa è che Brescia e il Brescia meriterebbero uno stadio diverso.”
Un ringraziamento particolare “Va al Vice Presiedente Luca Saleri, preziosissimo nell’operazione Corvia.”
Infine un consiglio ai neo arrivi: “Ascoltate Calori, che è un buon allenatore.”

“Ringrazio la società per la fiducia accordatami e spero di ripagarla sul campo.”
Sono state queste le prime parole da rondinella di Lorenzo Stovini. “A Brescia – prosegue il difensore fiorentino – ricordo sempre partite giocate alla morte. Ho fatto il mio ingresso in squadra da circa una settimana, in punta di piedi: adesso starà a me dare una mano al gruppo. La voglia – continua Stovini – è tanta, e grazie a Dio sto bene, visto che vengo da un campionato in cui ho disputato 43 gare su 44, play out compresi. Non vedo l’ora di dare il mio apporto a questo gruppo, cercando di fare da chioccia a dei ragazzi che da fuori sembrano pieni di qualità, anche se alcuni di loro sono ancora un po’ acerbi. So perfettamente che non ho più 20 anni, ma posso e voglio dare ancora tanto. La Serie B è un campionato apertissimo e molto equilibrato.”

Da ex difensore a difensore, quanto saranno importanti gli insegnamenti di Calori: “Ricordo ancora la storica difesa a 3 dell’Udinese: Pierini, Calori, Bertotto… Credo che mister Calori possa insegnarmi ancora tanto e aiutare i giovani a crescere.”

“Ringrazio il Presidente Corioni e la società Brescia Calcio per l’opportunità concessami – gli fa eco Daniele Corvia – ma un ringraziamento, doveroso, va anche al Lecce, società in cui ho disputato 4 stagioni e dove ho vinto due campionati. E’ stata un’estate calda quella vissuta in Salento, culminata con una doppia retrocessione, con tante voci di mercato e con un cambio di proprietà: al termine della stagione ho manifestato la mia volontà di cambiare aria. L’interessamento del Brescia è una cosa molto recente, risale ad un paio di giorni fa, e sono orgoglioso di poter indossare questa maglia.”

Dove può giocare Corvia? “Sono una prima punta, ma non avrei difficoltà a giocare con Caracciolo o con gli altri attaccanti in rosa. E poi posso riadattarmi in diversi ruoli: ad Empoli, per esempio, venivo schierato esterno di centrocampo. Certo, preferisco stare in area ma per il bene della squadra gioco ovunque.”
Che ricordo ha di Brescia: “Magnifico, forse Brescia era nel destino… Ringrazierò sempre Capello: quando alleava la Roma mi aveva fatto fare l'esordio in Serie A proprio in un Brescia-Roma giocato al Rigamonti…”

Infine una promessa: “Non so quanti gol faro né quanto giocherò – conclude Corvia – ma una cosa la posso dire: non ho timore di nulla: sono talmente carico che ho solo una gran voglia di fare bene.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento