rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Calcio

Succede di tutto al Rigamonti per i playoff contro il Monza: Cellino sceglie il silenzio stampa

Il Brescia perde 2 a 1 contro il Monza nell’andata dei playoff di serie B

Allo stadio Rigamonti di Brescia è andato in scena il primo atto della semifinale playoff di serie B tra Brescia e Monza. L’arbitro dell’incontro, non esente da polemiche, è stato il signor Aureliano, coadiuvato dagli assistenti Meli e Zingarelli. Il Brescia esce sconfitto dal match per 2 reti a 1, un risultato negativo ma che lascia in piedi tante possibilità per una vittoria nel ritorno ed una conseguente qualificazione alla finale.

Ad aprire ottimamente il match è il Brescia, in gol con Moreo al settimo minuto del primo tempo che conclude sotto al sette da posizione defilata, conclusione imprendibile per il portiere avversario. Vicino al raddoppio Palacio, autore di una conclusione dalla destra respinta da un difensore avversario che ha sfiorato l’autorete. Ad un minuto dal duplice fischio, il Monza trova il pareggio con Gytkjaer.

Al rientro in campo è di nuovo Gytkaer a portare in vantaggio i suoi, questa volta su calcio di rigore assegnato al decimo minuto della ripresa: Mota viene steso in area dal portiere bresciano e l’arbitro non ha dubbi nel fischiare la massima punizione, Gytkjaer non sbaglia e sigla il 2 a 1. Nel corso della ripresa Léris sfiora un gran gol da fuori area con una bella conclusione, centrale ma potente, su cui si allunga il portiere avversario e devia in corner.

Archiviate però le azioni salienti, risulta impossibile non parlare della situazione infermeria dopo i novanta minuti di gioco: sono ben due, infatti, i giocatori del Brescia trasportati in ospedale, entrambi k.o. nel corso della prima frazione di gioco. Sabelli, terzino, è stato sostituito alla mezz’ora del primo tempo a seguito di un duro colpo alla schiena, che è stato portato in ospedale per una sospetta frattura di una vertebra, allarme poi fortunatamente rientrato. Il secondo infortunato è l’altro terzino, Huard, nel suo caso ricoverato per commozione celebrale dopo un violento scontro aereo.

In risposta all’arbitraggio giudicato estremamente negativo da parte del presidente Cellino, Bresciaingol riporta le sue parole che implicano un silenzio stampa da parte di tutti i tesserati, allenatore incluso: “Dovrebbero parlare Sabelli e Huard così tutti saprebbero come stanno, ma purtroppo non sono nelle condizioni di poterlo fare.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Succede di tutto al Rigamonti per i playoff contro il Monza: Cellino sceglie il silenzio stampa

BresciaToday è in caricamento