rotate-mobile
Calcio

La Curva Nord del Brescia protesta contro la Società

Presa di posizione degli ultras biancoblù che domenica contro il Frosinone non entreranno alla stadio

La tifoseria biancoblù continua la protesta contro il Brescia Calcio, il Presidente Massimo Cellino e la gestione del Club ritenuta poco seria e irrispettosa. Una contestazione che dura ormai da tempo, iniziata a metà novembre dopo il pareggio a reti inviolate contro la Ternana, proseguita dopo la sconfitta casalinga contro il Parma e culminata, infinite, con l’esposizione di striscioni eloquenti dopo l’esonero di Aglietti e il conseguente di ritorno di Clotet sulla panchina delle Rondinelle. Domenica per la sfida casalinga contro il Frosinone, in segno di protesta, la tifoseria organizzata bresciana non entrerà al “Rigamonti”.

Di seguito il comunicato della Curva Nord Brescia.

Vista la continua mancanza di rispetto, chiarezza, programmazione, serietà e le ripetute prese per il culo da parte della nostra società, mal gestita dal Sig. Massimo Cellino, a malincuore il direttivo della Curva Nord Brescia ha preso la decisione di non entrare allo stadio in occasione della partita con il Frosinone questa domenica.

Invitiamo tutta la tifoseria che ha a cuore le sorti del nostro amato Brescia a seguirci in questa iniziativa, per dare un forte segnale a chi di dovere, ribadendo il concetto che IL BRESCIA SIAMO NOI!

Per la prossima partita in casa, contro il Como, rientreremo regolarmente sui nostri spalti a sostenere la maglia che tanto amiamo, anche se Cellino non lo meriterebbe.

FORZA BRESCIA! TUTTI INSIEME FINO ALLA FINE!

Direttivo Curva Nord

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Curva Nord del Brescia protesta contro la Società

BresciaToday è in caricamento