rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Calcio

Brescia femminile travolgente: è 7 a 1 contro il Palermo, ma è il Como Women ad andare in A

Il Brescia femminile sconfigge per 7 a 1 il Palermo ma è il Como Women a vincere il campionato

Il Brescia femminile onora il campionato fino all’ultimo minuto e lo fa con un travolgente 7 a 1 ai danni del Palermo. Una vittoria che porta i 3 punti alla squadra di mister Garavaglia e chiude al secondo posto in campionato, a -1 dal Como Women capolista che conquista così la promozione in serie A.

La squadra bresciana non lascia il tempo alle palermitane di prendere le misure del campo però bastano meno di due minuti per il primo gol: Luana Merli riceve da Ghisi e si invola verso la porta avversaria e trova una conclusione perfetta sotto l’incrocio. Seguono altre due occasioni per il Brescia, ma al nono minuto è il Palermo che rialza la testa e trova la rete al primo tentativo: Tarantino non sbaglia, su assist di Coco. È però solo un episodio, il Brescia torna subito in possesso della partita ed un minuto più tardi è Pasquali che riporta in vantaggio le leonesse. Sono altre tre le occasioni prima del duplice fischio, che interrompe le ostilità sul 2 a 1 per il Brescia.

Nel corso della ripresa poi, la squadra dilaga: Pasquali sigla la sua doppietta personale dopo nemmeno un minuto dal ritorno in campo, al nono minuto è Merli a siglare la sua doppietta, portando il punteggio sul 4 a 1. Cristiana Merli, di nuovo Luana Merli (per lei tripletta e 19esimo centro stagionale) e Porcarelli chiudono il match sul punteggio di 7 a 1.

Al termine del match, a parlare è la presidentessa del Brescia, Clara Gorno: “Era importante vincere oggi perché il nostro risultato è l’unica cosa che possiamo controllare poi quello che succede sugli altri campi dobbiamo guardarlo dopo. Soprattutto dopo la delusione di Cesena era importante vincere, e non era assolutamente scontato. C’è delusione, impossibile nasconderlo perché siamo arrivati ad un punto dalla prima, però è un campionato andato oltre ogni più rosea aspettativa, anche considerando il fatto che il nostro budget per i rimborsi era il più basso di tutto il campionato. E questo significa che abbiamo dimostrato che si può fare calcio, e raggiungere obiettivi, anche in modo diverso, non spendendo tanti soldi. Questo è un segnale importante secondo me. E io sono davvero orgogliosa di queste ragazze, perché hanno messo qualcosa in più, e dobbiamo anche ricordare che queste giocatrici durante il giorno lavorano e si allenano alla sera alle 19.30.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia femminile travolgente: è 7 a 1 contro il Palermo, ma è il Como Women ad andare in A

BresciaToday è in caricamento