Mercoledì, 17 Luglio 2024
Calcio

Brescia Calcio, ripescaggio più vicino? Ora il caso Lecco fa sperare

La domanda di iscrizione al campionato di Serie B è stata respinta, ma i casi di Reggina e Lecco fanno sperare il Brescia

Sarà una lunga estate per il Brescia Calcio e per tutti i tifosi delle Rondinelle. La società biancoblù, infatti, continua a sperare nel ripescaggio in virtù delle situazioni incerte di Reggina e Lecco.

La prima mossa dei legali del presidente Cellino è stata presentare un ricorso presso il Tribunale di Reggio Calabria che nei giorni scorsi ha accolto il piano di ristrutturazione finanziaria della situazione debitoria proposto dalla Reggina (si aggira intorno ai 7 milioni di euro). La società calabra aveva tempo fino alla mezzanotte di martedì 20 giugno per iscriversi al campionato di Serie B presentando regolare domanda oltre al saldo degli stipendi pari a circa 4 milioni. Seppur in extremis, precisamente alle 22.50, la Reggina ha inviato tutta la documentazione necessaria alla Figc, ma la sua situazione non è ancora chiusa. Il club reggino, infatti, entro il 30 giugno dovrà versare i restanti 3 milioni di imposte. Entro tale date sarà emesso anche il verdetto della Covisoc a cui spetta il compito di convalidare tutte le domande di iscrizione.

Di pari passo, sempre nella giornata di martedì 20 giugno, il Brescia ha fatto domanda di iscrizione al campionato cadetto. La domanda è stata prima presentata presso gli uffici della Lega, senza essere però stata protocollata,  e successivamente è stata inviata tramite pec, ma come era immaginabile la Lega B l’ha rifiutata. Un passaggio formale quello del club biancoblù, che a livello burocratico non vuole lasciare nulla al caso. 

Se il caso Reggina sembra comunque in via di risoluzione, a ridare speranza al Brescia è la situazione del Lecco. Il club neo promosso, dopo la vittoria ai play off contro il Foggia, non ha indicato il campo da gioco nella domanda di iscrizione al campionato di Serie B per problemi legati all'impianto sportivo: la società blu celeste aveva indicato lo stadio di Padova come terreno di gioco, ma tale ipotesi è stata respinta dalla prefettura. Il Lecco dovrà ora chiedere una deroga rispetto ai termini previsti per completare la domanda di iscrizione, ma i punti interrogativi sono molti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia Calcio, ripescaggio più vicino? Ora il caso Lecco fa sperare
BresciaToday è in caricamento