Il Brescia e il male ignoto della Serie B.. e lunedì arriva la Samp

Dopo cinque sconfitte consecutive con un solo gol all'attivo le problematiche sono tante, e la classifica non aiuta. Scienza: "Sono preoccupato, le strisce negative portano frustrazione". E Maifredi apre al mercato di gennaio

Scaglia, martedì il migliore

Lunedì sera il Brescia Calcio si prepara all’ennesimo snodo cruciale della stagione, sperando che questa volta vada un po’ meglio delle ultime cinque partite. Cinque partite e cinque sconfitte, con un solo gol all’attivo (nel 2-1 di Padova) e un crescendo di negatività che ha lentamente coinvolto tutti i reparti: nessuno è più sicuro di nulla, le certezze sono sempre meno.. meno male che i tifosi non mollano, e anche nel ko di Verona non hanno mai smesso di sostenere la squadra.

Un po’ di ansia è quasi naturale quando la classifica dice 16 punti, a poche lunghezze dalla zona play out e a molte lunghezze dal primo posto saldamente in mano al Torino. “Abbiamo perso smalto – queste le parole di Gino Corioni – I ragazzi sembrano meno brillanti, forse sono stanchi. Davanti ci manca Jonathas ma in momenti così è meglio rimanere tranquilli, e non demoralizzarsi”. Là davanti i problemi sono concreti perché quando non si segna diventa difficile vincere.

A Verona il migliore è stato Scaglia, poi sostituito, sono mancati i guizzi di Juan Antonio ed El Kaddouri (un po’ discontinui), è mancato ancora Feczesin. “Robert non deve sentirsi troppo responsabilizzato – spiega mister Beppe Scienza – A Verona quello che doveva fare l’ha fatto, è andato vicinissimo al gol e lo ha fermato solo una prodezza del portiere. Quello che mi impensierisce è la striscia negativa, che può portare alla frustrazione”.

Sarà forse un male ignoto? La Serie B è un campionato lungo ma non bisogna fare l’errore di sottovalutarlo. La società mantiene la calma, come dovuto: “Il nostro programma prevede una permanenza tranquilla in B, per lanciare buoni giovani – ha dichiarato Gigi Maifredi – La partenza ha indotto qualcuno ad alzare l’asticella, ma non noi”. Senza escludere però un ritorno sul mercato: “Adesso no, non arriverà nessuno svincolato. Ci penseremo a gennaio..”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento