Sport Piazza della Loggia

Giro d’Italia, a Brescia non si paga: mancano 500mila euro

La denuncia del comitato organizzatore a nove mesi dal passaggio bresciano della Corsa Rosa: i 500mila euro pattuiti non sono mai stati pagati dal gruppo di sponsor privati che avrebbe dovuto finanziare la manifestazione

Un litigio da 500mila euro, e un mancato pagamento che potrebbe avere ripercussioni anche future sull’eventuale passaggio del Giro d’Italia a Brescia. Botta e risposta, a distanza ravvicinata, tra il gruppo organizzatore della Corsa Rosa e il gruppo di sponsor (privati) che avrebbe dovuto sostenere finanziariamente l’ultima tappa, che per la prima volta (lo scorso anno) ha attraversato la Loggia e il centro storico.

Una vittoria di pubblico, e una vittoria di sport, con il trionfo del siculo Vincenzo Nibali. Ma oggi più che mai sembra una vittoria di Pirro, per la città, rinchiusa in una contrattazione che certo all’immagine non fa bene. Un servizio inadeguato, chiosano i non paganti, e quindi una cifra da corrispondere che sarebbe troppo alta.

Ma gli accordi sono accordi, e i patti vanno rispettati: questa la replica del gruppo Rcs, che con La Gazzetta dello Sport organizza e programma la corsa a tappe più attesa d’Italia. Probabile che la contesa finisca tra le aule giudiziarie: di certo il bis, e magari un altro arrivo, per un po’ sarà sicuramente rimandato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d’Italia, a Brescia non si paga: mancano 500mila euro

BresciaToday è in caricamento