menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Derby Darfo-Vallecamonica: insulti razzisti al fratello di Balotelli

"Negro di m", il verso della scimmia, gli insulti al fratello Mario: la domenica da dimenticare di Enock Barwuah, in campo con la maglia del Vallecamonica nel derby camuno con il Darfo Boario

L’ennesimo episodio di razzismo su un campo da calcio italiano. A farne le spese questa volta è Enock Barwuah, il fratello di Mario Balotelli, preso di mira dai tifosi del Darfo Boario nel ‘derby’ di Eccellenza con il Vallecamonica, la squadra in milita Enock.

“Mi hanno detto negro di merda, poi hanno fatto il verso della scimmia e poi hanno insultato anche mio fratello Mario”. Non usa le mezze misure il giovane Enock, per denunciare quel drappello di tifosi che lo hanno fischiato e insultato, finché è rimasto in campo.

Enock ha giocato per quasi 75 minuti, prima di essere sostituito. “Non riesco a capire il perché di tanto accanimento. I cori mi hanno innervosito fin da subito, ma ho fatto finto di non sentirli. Era da tempo che non venivo insultato così”.

“Gente come loro non merita neanche la mia considerazione. La stessa gente che una volta fuori dallo stadio viene a salutarmi”. E pensare che Enock ha pure giocato con la maglia della Padania indosso, ma, si sa, stupidità e ignoranza rendono ciechi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento