Brescia, panchina affidata a Scienza. Manca solo l’ufficialità

Gino Corioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss ne dà quasi conferma: "Ho già scelto, in panchina il nome che sta circolando di più. Casiraghi? Mai stato nei programmi del Brescia". E poi al Bresciaoggi: "Scienza è un giovane che stima i giovani"

Sembra ormai deciso e dopo qualche settimana di gestazione manca solo l’ufficialità: sarà Giuseppe Scienza il nuovo allenatore delle Rondinelle per la stagione 2011-2012, a meno di clamorosi colpi di scena. Anche se proprio lo stesso Scienza non scioglie definitivamente gli ultimi dubbi legittimi, e non considera ancora concluso il ‘duello’ a distanza con l’altro candidato preferito dalla società, Dario Marcolin: “Ho aspettato fino a questo momento, non posso aspettare all’infinito. Essere in lizza per la panchina del Brescia è motivo di onore e di orgoglio, ho tenuto botta ma a questo punto ho bisogno di sapere”. Ma l’aver rifiutato il Grosseto è un segnale importante: “Ho ringraziato per l’interessamento ma ho declinato l’offerta, il mio è un rischio calcolato. Non ho mai avuto dubbi, a me piacerebbe allenare il Brescia”.

Il grande e atteso salto di qualità per un allenatore ovviamente ancora emergente, ancora alle prime armi, ancora ad inizio carriera. “Brescia è un’occasione importante di crescita – continua Scienza – una piazza importante, un progetto ideale per le mie caratteristiche. A Legnano, a Viareggio, nella Primavera del Torino, ho sempre lavorato volentieri con i giovani. Lo farei con gioia, a maggior ragione, anche a Brescia”. Ci pensa però il presidente Gino Corioni a darne investitura definitiva: “Ho già scelto l’allenatore – ha dichiarato a Radio Kiss Kiss – In panchina siederà proprio quel nome che sta circolando di più”.

Due grandi esclusi, ma senza rancore: “Marcolin mi piace moltissimo, ma non ce la sentiamo di prendere un tecnico che non ha mai allenato una squadra che sarà composta prevalentemente da giovani. Casiraghi? Mi piace molto come allenatore ma non ci sentiamo da tempo. Non è mai stato nei programmi del Brescia”. Rimane un po’ di incertezza ma pare vero che manca solo l’ufficialità, come ribadisce lo stesso presidente in un’intervista apparsa sulle pagine del Bresciaoggi: “Non sono sicuro al cento per cento, ma il progetto dovrebbe essere questo. Scienza è un giovane che ha molta stima dei nostri ragazzi”. Un giovane per una squadra di giovani, questo non si discute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento